Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Attacchi alle greggi, Galli: “Non ci fermeremo, siamo con gli allevatori”

Il sindaco di Manciano ha spiegato nell’incontro con allevatori, pastori, titolari di aziende agricole, rappresentanti delle associazioni di categoria e con i sindaci della provincia di Grosseto i passi da compiere per arginare il problema

Più informazioni su

MANCIANO – Un incontro importante, ma soprattutto senza precedenti, quello di oggi per dire basta agli attacchi alle greggi da parte di predatori ibridi. A riempire il palazzetto dello sport di Manciano c’erano allevatori, pastori, titolari di aziende agricole, rappresentanti delle associazioni di categoria e i sindaci della provincia di Grosseto. Almeno 300 persone presenti all’appello del sindaco di Manciano Marco Galli per fare il punto su una situazione ormai diventata insostenibile, quella delle stragi degli allevamenti di ovini sul territorio (nella foto un momento dell’assemblea).

“Finora nessuna misura intrapresa per fermare gli attacchi alle greggi ha prodotto risultati – ha commentato il sindaco Galli – e per questo motivo ho deciso di organizzare questo incontro, peraltro molto partecipato, che dia inizio a una battaglia per fermare i predatori ibridi che decimando gli allevamenti di ovini mettono in crisi tutto il comparto. Con gli allevatori, pastori, imprenditori siamo convenuti al fatto che è necessario organizzare presidi, sit-in, raccolta firme per sensibilizzare l’opinione pubblica e per farci ascoltare da Regione, Governo e Unione europea”. Tra qualche giorno sarà organizzata un’altra assemblea con i sindaci della provincia in cui sarà redatto un documento da porre all’attenzione delle istituzioni.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.