Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Il sole per amico”: parte la campagna. Ecco i consigli utili per non bruciarsi

Campagna “Il sole per amico”: un progetto di educazione per i bambini delle scuole primarie. Anche la Dermatologia di Grosseto ha aderito all’iniziativa promossa in 130 istituti, in sette regioni italiane

Più informazioni su

GROSSETO – Informare ed educare i più piccoli sui benefici e sui rischi dell’esposizione al sole, per farne adulti consapevoli e attenti alla propria salute. Sono questi gli obiettivi della campagna “Il sole per amico”, promossa, per l’anno scolastico 2015-2016, in sette regioni italiane dall’Intergruppo Melanoma Italiano (IMI, una rete di medici e ricercatori impegnati nello studio e nella cura del melanoma), in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, con il patrocinio del Ministero della Salute e dell’Associazione italiana di Oncologia medica, cui ha aderito anche la Dermatologia dell’ospedale di Grosseto.

I destinatari sono i bambini tra i 6 e gli 11 anni, le loro famiglie e i docenti, cui i dermatologi spiegheranno qual è il modo corretto di esporsi al sole, prevenendo rischi futuri, in modo da creare fin dall’infanzia una cultura orientata alla salute e alla prevenzione.

In provincia di Grosseto, il progetto coinvolge due scuole elementari nel Capoluogo (l’Istituto comprensivo “Grosseto 3”) e una a Orbetello (l’Istituto “Don Milani”), per un totale di circa 400 bambini. Le attività educative sono supportate da opuscoli, poster, materiale multimediale e brevi filmati di animazione predisposti dagli organizzatori del progetto. Gli incontri sono iniziati già questa settimana con una prima seduta di preparazione per gli insegnanti, che saranno parte attiva nelle fasi successive. A seguire, sono in programma le “lezioni“ da parte dei dermatologi della Asl, il dottor Luca Feci e la dottoressa Martina Vispi.

Al termine degli incontri, alla fine dell’anno scolastico, sono previsti due concorsi sui temi dalla campagna tra le scuole coinvolte a livello regionale, (un disegno, in prima e seconda elementare; un tema, in terza, quarta e quinta). Sarà compito degli insegnanti selezionare i lavori migliori per rappresentare la scuola, che saranno poi inviati a una giuria incaricata di individuare la le scuole vincitrici per ciascuna delle sette regioni partecipanti.
Infine, l’esito dell’attività informativa, sarà valutato con un questionario per “misurare” il livello di consapevolezza sui corretti comportamenti di prevenzione, nei bambini e nei loro familiari, prima e dopo l’intervento educativo.

Per maggiori informazioni, UO Dermatologia, ospedale Misericordia i Grosseto 0564/485386.
Oppure il sito del progetto: www.ilsoleperamico.it

“Il melanoma – spiega Riccardo Sirna, direttore della Dermatologia dell’ospedale di Grosseto – colpisce ogni anno, in Italia, circa 10.000 persone; è considerato una delle forme di tumore a più rapido incremento, con un numero di casi praticamente raddoppiato negli ultimi 15 anni. In provincia di Grosseto, sono circa 80 i casi di melanoma diagnosticato, seguiti dalla nostra unità operativa. L’esposizione prolungata ai raggi ultravioletti del sole o delle lampade abbronzanti rappresenta il principale fattore di rischio ambientale
I bambini sono particolarmente esposti – aggiunge – perché le scottature prese nell’infanzia, quando si gioca a lungo sotto il sole, costituiscono un importante fattore di rischio, dal momento che possono innescare il processo patologico anche a distanza di molti anni. Pochi altri tipi di tumore possono essere contrastati altrettanto efficacemente attraverso le attività di prevenzione, come la corretta esposizione al sole e l’autoesame della pelle per diagnosticare precocemente la malattia”.

Le regole per abbronzarsi senza rischi
· non esporsi mai al sole senza aver prima dato una crema protettiva;
· scegliere i solari in base al tipo di pelle (fototipo), di esposizione e luogo (neve, mare, piscina, sabbia, ecc.), utilizzando prodotti che offrono una protezione adeguata (almeno una protezione “media” con fattore 15, 20 o 25);
· applicare correttamente una dose sufficiente di crema e rinnovare l’applicazione, specialmente dopo il bagno o se si è sudato molto;
· Non esporsi al sole troppo a lungo anche se si utilizza la protezione. Nessun prodotto protegge totalmente;
· evitare le ore più calde (11 – 15) e, in quel lasso di tempo, ripararsi in un luogo ombreggiato, ricordando che alberi, ombrelloni e tettoie non proteggono completamente dalle radiazioni solari;
· quando il sole è al suo picco, è consigliabile indossare una t-shirt, un cappello a falda larga e gli occhiali da sole;
· tenere i neonati e i bambini piccoli lontani dalla luce diretta del sole, proteggeteli utilizzando creme adeguate, maglietta e cappello. Tenerli sotto l’ombrellone nelle ore più calde;
· proteggere la pelle anche durante il bagno.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.