Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ceciarini inaugura la «fucina della Sinistra». Agli avversari: nessuno dà speranze fotogallery

GROSSETO – Nel pantheon Ceciarini ci sono Gramsci, Calamandrei, Pertini e Berlinguer. Richiami forti alla Costituzione e alla storia della sinistra. Le loro foto campeggiano nelle pareti della sede elettorale di “Insieme, a Sinsitra”, inaugurata oggi da Ceciarini con un applauso e senza il taglio del nastro. «I nastri – ha detto Ceciarini – si tagliano ad opera compiuta e ancora c’è molto da fare. Questa sede – ha aggiunto – sarà la fucina della Sinistra perché voglio forgiare un’idea di città diversa, libera, felice, solidale».

Tra uno spumante e una pizzetta Ceciarini ha anche il tempo di dare qualche stoccata agli avversari e di rilanciare il tema dominante della sua campagna: «dobbiamo ritrovare il senso di comunità a Grosseto».

Il bersaglio preferito delle sue critiche rimane comunque il Pd e il centrosinistra. «Sono attanagliati da lotte di potere e compromessi strumentali con divisioni e vendette, maturate sulle macerie di una amministrazione incolore».

E gli attacchi ci sono anche per il centrodestra di Vivarelli Colonna, «che fa promesse da Re Bomba» e il Movimento 5 Stelle «autoreferenziale e non in grado di governare».

Insomma prime scintille di campagna per Ceciarini che in tema di eventuali risultati ha ribadito: «nessuno è sicuro di andare al ballottaggio, lo vedremo il 5 giugno».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.