Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Angelini apre la sede e promette: «Noi sempre vicino ai più deboli»

GROSSETO – Di solito in campagna elettorale sono i candidati sindaco ad aprire una loro sede elettorale, altre volte le coalizioni o i partiti. Invece a Grosseto in vista del voto del 5 giugno, c’è un candidato al consiglio comunale che da oggi ha aperto il suo comitato, in via Monfalcone (traversa di via Oberdan).  Pier Francesco Angelini, consigliere uscente di Fratelli d’Italia, che questa volta ci riprova e si candida a sostengo del candidato sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna.

«Dopo cinque anni di battaglie, in trincea, all’opposizione, si riparte – dice Angelini – consapevoli di doverci ancora impegnare per difendere i più deboli».

«Per noi che apparteniamo alla destra sociale – aggiunge Angelini – è una cosa naturale anche perché io non mi candido né per interessi personali né per riscuotere il gettone di presenza».

Insiema ad Angelini ad incontrare i giornalisti ci sono anche alcune persone che lo aiuteranno durante la campagna. Lo staff è formato da Fabio Rigamonti, Diego Montani, Generoso Petrillo e anche da Debora Tiberi. Lei è la più giovane tra i candidati che saranno presenti nella lista di Fratellì d’Italia e proprio con lei Angelini potrebbe fare un «ticket interessante».

«Ho deciso di candidarmi perché – spiega Angelini – oggi mi cercano più persone di cinque anni fa e insieme al mio staff abbiamo iniziato a fare e aiutare chi è in difficoltà senza aspettare il voto. La nostra infatti non sarà una campagna elettorale finalizzata al voto, ma sarà un impegno per la gente».

Per quanto riguarda il resto della lista, Angelini ha dato conferma che è quasi pronta e che prima del voto di giugno, il leader del partito, Giorgia Meloni, sarà a Grosseto per dare il suo supporto a Vivarelli Colonna.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.