Quantcast

Magrini rilancia: con me per cambiare Castiglione. E bacchetta il centrodestra

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – Castiglione deve cambiare. Non è certo casuale lo slogan che “Uniti per una Castiglione Migliore” ha scelto per la campagna elettorale che vede Massimiliano Magrini candidato a Sindaco di Castiglione della Pescaia.

“Castiglione negli ultimi cinque anni – afferma Magrini – è tornata ad essere immobile a causa di una politica sempre più distante dai cittadini. Per questo ritengo che sia venuto il momento di passare dalle parole ai fatti concreti. Giovedì presenteremo infatti la nostra squadra. Una lista giovane e propositiva che guarda al futuro ripartendo dall’ascolto dei cittadini”.

La presentazione – comunica Uniti per una Castiglione Migliore – sarà giovedì 14 alle ore 18.30 presso il locale La Pergola in Corso della Libertà a Castiglione della Pescaia. L’incontro è pubblico e sono invitati tutti i cittadini che vorranno dare il loro contributo o semplicemente capire meglio le proposte.

“Giovedì – continua Magrini – parleremo di programmi per il nostro territorio: sviluppo turistico, imprese, turismo, lavoro. Si perché, in controtendenza con molti, ci piace parlare di programmi e non di poltrone. Senza steccati ideologici, ma solo per il bene di Castiglione. ”

Massimiliano Magrini interviene anche sulla presentazione del candidato di Centro Destra: “Siamo rimasti molto sorpresi dal riaffacciarsi con un proprio candidato dei partiti di centro destra. Un ritorno in scena tardivo, purtroppo, dopo cinque anni di completa assenza dove non si è detta una parola a favore delle istanze dei cittadini e sulle gravi deficienze dell’attuale giunta. Apprendo con favore della disponibilità al dialogo con la nostra lista e sottolineo che siamo pronti ad accogliere nelle nostre fila chiunque decida di sostenere la mia candidatura a Sindaco. Confrontandosi, lo ribadisco, sulle molte cose da fare per questo territorio e non sui posti in giunta. Da anni stiamo lavorando in questa direzione ascoltando ogni giorno i castiglionesi e non torneremo certo indietro”.

Commenti