Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Danni in centro e lampioni presi a fucilate. Scatta il piano antivandali: «Ora basta, aiutateci». fotogallery

BAGNO DI GAVORRANO – Nuovi danni in centro a Bagno di Gavorrano: dalle panchine spaccate ai lampioni rotti e presi a fucilate con carabine o pistole ad aria compressa. E persino un quadro elettrico divelto.

Una situazione che non può più essere tollerata e per questo l’amministrazione comunale sta correndo ai ripari con una serie di soluzioni da mettere in campo fin da subito.

«Il problema delle panchine in piazza Mariotti – ci spiega il vicesindaco Giulio Querci – è ormai periodico e per questo stiamo elaborando una soluzione che prevede l’apposizione in quell’area di panchine in muratura: in questo modo dovremmo contrastare l’abitudine di spostare le attuali panchine in angoli bui o addirittura in mezzo alla strada e far sì che non si ripeta più».

«Per quanto riguarda la rottura del quadro elettrico e gli atti di vandalismo rivolti ai lampioni la situazione sta diventando insopportabile. Stiamo studiando la possibilità di mettere le “fototrappole” (telecamere che inchiodano i responsabili, ndr) nei luoghi come la zona del parco dove queste situazioni hanno una preoccupante periodicità. In questo caso va evidenziato l’ottimo lavoro degli elettricisti del comune grazie ai quali siamo riusciti ad intervenire tempestivamente riutilizzando materiali in buono stato che avevamo cambiato in altre zone della frazione».

«Segnaleremo alle autorità competenti questi episodi. Crediamo che ai primi posti dell’attività amministrativa ci sia il decoro urbano, ma combattere contro questi atti per l’amministrazione diventa impossibile se non c’è il sostegno di tutti i cittadini ai quali chiediamo di denunciare i vandali se assistono a tali atti».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.