Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le imprese toscane hanno scelto il dialogo: a Parliamoci.net più di 200 realtà

Più di 200 partecipanti, oltre 300 incontri di business speed dating, mentre gli eventi della giornata hanno fatto conoscere l’impresa ACF Fiorentina, gli acceleratori di impresa, la Fabbrica 4.0

Più informazioni su

FIRENZE – Oggi oltre 200 imprese si sono conosciute fra loro, in  più  di  300  appuntamenti  di  business speed dating organizzati nella giornata  di  Parliamoci.net,  la  manifestazione  nata con l’obbiettivo di offrire  alle  imprese  la  possibilità  di sviluppare nuove partnership, o nuove collaborazioni promuovendo la reciproca conoscenza.

La  manifestazione  è  stata  organizzata  per  le imprese toscane, ma sono arrivate  aziende  anche  da  Perugia  e  Bologna.  L’area metropolitana di Firenze,  quella  che  ha  contato  il maggiore numero di presenze, seguita dalle  province  di  Arezzo,  Prato  e Siena che hanno colto le opportunità offerte dall’evento.

Parliamoci.net,  ideata  e  organizzata  da Confindustria Firenze, ha visto quest’anno,  per la prima volta la collaborazione di ACF Fiorentina, che ha partecipato all’evento con l’obiettivo concreto di creare legami più forti, con  la  comunità imprenditoriale toscana, nell’ottica di individuare nuovi sviluppi di business e nuove sinergie tra le aziende del territorio.

Sebbene sia l’unico Club di calcio professionistico della città di Firenze, Fiorentina   infatti,   è  anche  una  società  che  controlla  e  gestisce direttamente le aziende “Firenze Viola” (specializzata nello sviluppo delle attività  commerciali),  “Promesse  Viola”  (che gestisce l’operatività del settore  giovanile)  e  “Fiorentina  Women’s FC” (neonata società di calcio femminile).

Protagonisti  di  un  incontro  –  riservato alle imprese partecipanti alla manifestazione  – e organizzato con ACF Fiorentina, sono stati, infatti, il direttore  sportivo  Daniele  Pradè e il direttore generale Andrea Rogg che hanno  spiegato  come  nel  corso  degli  anni  di  fianco all’area tecnico sportiva  si sia strutturata una vera e propria realtà aziendale che agisce
secondo  un  piano  industriale pluriennale al fine di raggiungere i propri obiettivi  strategici  e  che investe costantemente nell’implementazione di tutti  quei  processi  necessari alla corretta gestione di una società, con l’intento  di  arrivare  ad  un  perfetto equilibrio tra l’anima sportiva e quella aziendale.

Parliamoci.net   favorisce  la  conoscenza  fra  imprese,  ma  vuole  anche stimolare  le  aziende ad aprirsi al dialogo per sollecitare il mercato con capacità,  idee,  creatività,  innovazione e, quindi, gli eventi creati nel corso della giornata – tre in tutto – volevano stimolare la nascita di idee e  imprese,  come  quello  di  presentazione del programma della rete degli acceleratori.

Parliamoci.net  è la dimostrazione che dialogo e collaborazione fra imprese fanno   nascere  risultati  concreti:  l’organizzazione  infatti,  è  stata possibile anche grazie a Enegan: “Un contesto come quello di parliamoci.net, organizzato  da Confindustria Firenze – spiega Enegan main sponsor della giornata  –  e  in  cui  sono protagoniste le aziende e la cooperazione tra loro, è di primario interesse per noi. L’evento rispecchia perfettamente la nostra filosofia, ovvero l’attenzione alle aziende e al creare impresa”.

Partner  istituzionale  è  stato  Retindustria, mentre per la realizzazione degli incontri e degli eventi della giornata è stato prezioso il contributo di  Umana,  Ricoh,  Wolters  Kluwert,  Euler  Hermes,  Car2Go e il supporto tecnico di Tema Sistemi Informatici, Muratori e Terzini.

Nella  sede  di GE Learning Center, dove quest’anno si è svolta la giornata di  Parliamoci.net si è parlato inoltre di innovazione e più specificamente di Fabbrica 4.0. Un incontro in collaborazione con Smau, presentato secondo la  formula dello “Smau Live Show”, che accompagnerà tutto il Roadshow Smau 2016,  dove è stato dato spazio ad alcune aziende innovative del territorio che hanno sposato tradizione ed innovazione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.