Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il “tesoro” rubato: recuperati 130 reperti. Valgono oltre 60 mila euro

Più informazioni su

GROSSETO – 130 reperti archeologici sequestrati per un valore di oltre 60 mila euro. È questo il “tesoro” recuperato dagli uomini della Guardia di Finanza della tenenza di Orbetello. Il ritrovamento è avvenuto durante un servizio di controllo del territorio svolto nei pressi di Capalbio.

All’interno di due buste nere normalmente utilizzate per la spazzatura, abbandonate lungo la strada statale Aurelia all’altezza di Capalbio in località Dogana di Chiarone, i militari del Nucleo Mobile della Tenenza hanno rinvenuto un piccolo tesoro di pregevole interesse culturale e archeologico.

All’interno dei sacchi di plastica erano custoditi 130 reperti di varia fattura, ascrivibili a diverse epoche tra il VII e il I Sec. a.C., che dalla vendita sul “mercato nero” avrebbero fruttato un guadagno illecito stimabile in 63.000 euro.

Tra i reperti sequestrati spiccano alcuni pezzi: due anfore, una greco-italica e l’altra africana, e un oinochoe in bucchero (vaso in ceramica simile ad una brocca utilizzato per versare il vino o l’acqua) ascrivibile al VII Sec. a.C..

Sono in corso ulteriori accertamenti per risalire alla provenienza dei beni e per individuare i responsabili del traffico illecito.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.