Quantcast

Arredo urbano mimetico: già distrutte le nuove panchine collocate al porto fotogallery

TALAMONE – Nuovo arredo urbano del Comune di Orbetello troppo mimetizzato? A quanto pare a Talamone sì, perché in occasione del primo ponte festivo della stagione che ha evidenziato un po’ di movimento turistico, sono già state due le panchine sfasciate sul lungomare del porto garibaldino, con molta probabilità colpite da altrettante auto in manovra che non ne hanno visto la presenza.

Si perché, la nuova tipologia di arredi urbani installati dal Comune di Orbetello è perfettamente intonata al colore della pavimentazione della banchina del porto: in pratica due sfumature di grigio molto simili che sicuramente non incorrono in eventuali problematiche di tipo paesaggistico, ma che in realtà si notano poco e sono veramente a rischio in quella zona di porto riservata al carico e scarico dei diportisti che parcheggiano nei posti auto a loro riservati.

Chissà, in questo caso avrebbero avuto più lunga vita le classiche ed indimenticate panchine verdi di una volta che forse sarebbero balzate all’occhio anche degli automobilisti.

Un altro particolare che ha poi fatto meravigliare alcuni cittadini del porto garibaldino è stato il sistema di fissaggio emerso dopo la rottura: ossia delle barre filettate di un solo centimetro di diametro che sono forse poca cosa rispetto al peso della struttura della seduta stessa.

E se in realtà, è anche vero che l’arredo urbano non deve e non può essere a prova d’urto automobilistico, se il buongiorno di vede dal mattino, a metà stagione turistica potrebbero essere davvero poche le panchine rimaste ancora in piedi a Talamone.

Commenti