Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

#PrimarieGrosseto16. Borghi: «La mia esperienza servirà per il futuro» fotogallery

GROSSETO – A meno di una settimana dall’appuntamento con le primarie del centrosinistra, che si terranno domenica 6 marzo, IlGiunco.net ha voluto intervistare i protagonisti della sfida per diventare il candidato sindaco della coalizione “Noi per Grosseto”. Per questo abbiamo messo a confronto i due candidati che si presenteranno agli elettori grossetani.

Paolo Borghi - intervista in redazione

Ecco l’intervista a Paolo Borghi. Grossetano, vicesindaco uscente con le deleghe a bilancio, patrimonio e sport. E’ espressione del Partito democratico.

La prima cosa che farà se diventa sindaco?

La prima cosa che farò è nominare immediatamente la giunta e procedere subito con tutte quelle iniziative sulle quali ho preso impegni in questi giorni. C’è da mettere in piedi tutto quello che ho definito con i cittadini, perché il mio è un programma che viene da loro. Tutti mi hanno chiesto celerità di azione, non perdere tempo, essere concreti e così sarà.

Le tre priorità per la città di Grosseto?

La prima è il lavoro. Il tema, all’interno della città, rappresenta l’emergenza sociale immediata. E’ una situazione in evoluzione, purtroppo non positiva e noi dobbiamo mettere insieme dei meccanismi virtuosi e delle scelte per consentire a tante aziende di aprire a Grosseto, permettendo così a tanti giovani di trovare lavoro. Si può arrivare a questo anche attraverso la riduzione degli oneri di urbanizzazione e una maggiore celerità nel rilascio delle autorizzazioni. Il secondo tema è quello della sicurezza, è un problema reale e vero che però non va strumentalizzato sulla scia dei numerosi fatti di cronaca. In tal senso ho già portato una proposta realizzabile con Grosseto smart e le cento “telecamere intelligenti”, in modo da fare adeguata prevenzione e abbattere sensibilmente la microcriminalità nel giro di due anni. La terza priorità è piuttosto articolata e verte sul tema urbanistico: lo sviluppo della città non va visto in maniera statica, ma dinamica. Per esempio nel settore agricolo una misura è quella di consentire di realizzare un’abitazione civile utilizzando le strutture dismesse, facilitando a livello di autorizzazioni le aziende agricole, in modo da consolidare la presenza di persone che vivono in campagna, senza che debbano necessariamente abbandonarla a favore della città. Oppure, parlando di Marina, una riqualificazione turistica vera. Aprire il canale nel giro di pochi mesi permetterebbe a 500 piccoli diportisti di trovare una casa, con opportunità economiche per la località balneare. In questa direzione vanno anche il recupero delle colonie e della rotonda. Sono azioni necessarie per rilanciare la località balneare. Urbanisticamente parlando, quindi, premesso che di case se ne costruiranno sempre meno, l’idea è quella di una città che debba svilupparsi, con i suoi servizi e le sue prospettive, verso il mare.

Parliamo anche di territorio e di scelte strategiche. Che posizione ha sull’autostrada Tirrenica?

Sono favorevole all’autostrada. Paghiamo un gap infrastrutturale altissimo in termini di competitività. Chiaramente non deve essere un’opera che cala sulla testa delle popolazioni. Però una volta che è stata concertata, deve essere realizzata.

Nel caso in cui le elezioni si decidessero al secondo turno con chi preferirebbe confrontarsi al ballottaggio?

Non ho una preferenza per alcun tipo di avversario.

Chi tra gli uomini degli altri schieramenti vorrebbe nella sua lista per competenze o per capacità?

Onestamente no. Le posizioni sono troppo diverse e quindi non prenderei nessuno.

Nel caso vincesse le primarie, allargherebbe la coalizione?

Cercherei di allargarla verso quelle forze che si riconoscono sulla base programmatica che abbiamo trovata. E’ fondamentale che ci sia condivisione programmatica, altrimenti rischia di essere solo un accordo elettorale che salta dopo poco. Secondo me non è stato fatto abbastanza fino ad oggi per allargare la coalizione, sia verso centro che verso sinistra.

Avete già pensato alla vostra squadra? La presenterà prima delle elezioni? C’è qualcuno in particolare che vorreste come assessore?

Qualche idea già ce l’ho in questo momento, ma la tengo chiaramente per me. Ci sono persone che potrebbero dare un contributo importante nella nostra giunta se diventerò sindaco. Una parte della giunta, in ogni caso, la presenterò prima delle elezioni.

Grosseto non è solo città: che ruolo dovranno avere per lei le frazioni?

Le frazioni hanno sempre avuto un ruolo importante. Mancano delle figure di rifermento per questo il consigliere o assessore delegato per le frazioni, in modo da seguire in maniera specifica queste realtà. Inoltre ci sarà il progetto sul vigile di prossimità per un controllo sistematico delle aree interessate.

In questi giorni avevamo chiesto ai nostri lettori di suggerirci delle domande da presentare ai candidati. Noi, tra le tante abbiamo scelto questa: lei ha già avuto esperienza come amministratore in questa consiliatura; cosa pensa di portare come cambiamento per la città?

Sicuramente il fatto di avere un’esperienza importante alle spalle permette di non perdere tempo e partire subito. E’ chiaro chi si trova a svolgere un mandato come assessore e non come sindaco, opera solo nelle materie che gli sono state delegate: nel mio caso il bilancio, lo sport e il patrimonio in cui abbiamo raggiunto risultati importanti. Questa esperienza, misurata sul campo, un domani la metterò a disposizione e la estenderò anche ad altre materie se diventerò sindaco.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.