Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dal governo soldi per la sicurezza. Bocci: «Ma i reati sono in diminuzione» fotogallery

GROSSETO – Dal governo arriveranno le risorse per finanziare il progetto sulla sicurezza presentato dal comune. A rassicurare amministratori e grossetani ci ha pensato il sottosegretario agli interni Gianpero Bocci che da stamattina è in visita a Grosseto. Al centro del suo viaggio in Maremma c’è naturalmente la questione sicurezza che il sottosegretario ha affrontato prima in sala del consiglio comunale con le autorità e poi in un incontro pubblico.

«Nel 2015 i reati a Grosseto sono diminuiti – ha detto Bocci – ma oggi non ci si può più fermare ai soli dati, è importante anche l’aspetto che riguarda la sicurezza percepita. A preoccupare sono soprattutto, e non solo a Grosseto, i furti nelle abitazioni. Voglio perà affermare che in questa città e in questa provincia hanno numeri abbastanza contenuti».

«Mi sento di poter dire – ha aggiunto il sottosegretario – che il quadro di Grosseto non mette a rischio il diritto di sicurezza dei cittadini sia per il lavoro straordinario delle forze dell’ordine e della magistratura, sia perché questa terra ha gli anticorpi giusti per garantite sicurezza».

Poi il sottosegretario entra nello specifico delle misure concrete che potrebbero servire a Grosseto. «Nelle prossime settimane in consiglio dei ministri approveremo dei provvedimenti sulla sicurezza urbana e come rappresentante del Governo oggi a Grosseto prendo atto della richiesta di maggiore attenzione nei confronti di questa città tanto che posso affermare che il Governo parteciperà allo sforzo dell’amministrazione comunale».

Il riferimento è soprattutto ai due progetti, uno dei quali presentati proprio in questi giorni Paolo Borghi, per una maggiora copertura della città con telecamere per la videosorveglianza e con alcune applicazioni tecnologiche per migliorare il controllo del territorio.

All’incontro erano presenti insieme al sindaco Emilio Bonifazi, il prefetto Anna Maria Manzone, il vice sindaco Paolo Borghi e i rappresentanti delle forze dell’ordine: il questore Massimo Zanni, il comandate provinciale dei carabinieri Colonello Vincenzo Tedeschi, il comandante provinciale della Guardia di Finanza Massimiliano Giua e il comandate della Polizia Municipale di Grosseto Felice Carullo.

Durante la mattina il sottosegretario Gianpiero Bocci insieme al vicesindaco Paolo Borghi aveva fatto visita alla caserma dei Vigili del Fuoco di Grosseto anche per parlare del mantenimento in città della sede del nucleo sommozzatori.  Poi nel pomeriggio Bocci ha partecipato ad un’altra iniziativa sulla sicurezza durante la quale Borghi, da candidato alle primarie del centrosinistra ha presentato al sottosegretario il suo progetto per il futuro della città. Bocci, nel ribadire che il governo farà la sua parte ha affermato «Chi ha a cuore la sicurezza fa progetti come quello di Borghi. Non fa comitati che poi si trasformano in liste elettorali sfruttando le paure della gente».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.