Giubileo delle scuole cattoliche: in piazza gli studenti di Grosseto

Serpentone da piazza del Sale, poi il passaggio della Porta Santa col Vescovo Rodolfo. Mons. Cetoloni: “E’ bello arrivare a casa, trovare la porta spalancata e qualcuno che ci aspetta. Dio è così!”

Più informazioni su

GROSSETO – Decine di bambini e ragazzi, accompagnati da insegnanti, genitori, nonni hanno “colorato” di entusiasmo la Cattedrale di San Lorenzo celebrando il Giubileo delle scuole cattoliche della Diocesi (dai nidi ai licei), questo pomeriggio.

Il ritrovo in piazza del Sale, da dove il serpentone di studenti, docenti e famiglie si è mosso in un clima di preghiera e di allegria verso il Duomo. Sul sagrato hanno trovato ad accoglierli il vescovo Rodolfo. “E’ bello – ha detto loro mons. Cetoloni – arrivare a casa e trovare la porta spalancata e qualcuno che ci aspetta. Così è in Cattedrale: qui c’è questa grande porta – ha aggiunto indicando la Porta Santa della misericordia – spalancata per noi, perché ci sentiamo a casa”.

Il Vescovo si è soffermato anche sulla riproduzione del quadro “Il padre misericordioso” di Rembrandt, che campeggia sopra la Porta Santa: “Quell’uomo anziano – ha spiegato – racconta com’è Dio: un padre buono, che ci attende sempre e ha preparato una grande festa per noi, felice di vederci tornare”.

Mons. Cetoloni ha quindi invitato bambini, ragazzi, famiglie, insegnanti ad attraversare la Porta Santa toccandola e facendo il segno della croce.

In Cattedrale un momento di preghiera con la lettura del Vangelo in cui Gesù dice agli apostoli: “Lasciate che i bambini vengano a me!”. Il Vescovo ha ringraziato docenti e genitori “per la grande missione di educare”, un compito che nelle scuole cattoliche assume anche la valenza di aiutare le nuove generazioni a conoscere Gesù. Mons. Cetoloni ha affidato una doppia consegna agli educatori: “Insegnate a questi bambini e ragazzi il valore della preghiera, ovvero la bellezza di stare davanti a Dio con gioia e la bellezza di perdonare, che significa avere un cuore che non solo scusa, ma rimette il bene là dove si è infranto”.

Nella diocesi di Grosseto le scuole cattoliche accolgono oltre mille tra bambini e ragazzi. Sono suddivise in 5 nidi, 9 scuole dell’infanzia, una scuola primaria, una scuola media e un liceo classico e scientifico. Tutte insieme, le scuole cattoliche si sono date un percorso comune riassunto nell’hashtag #lascuolachevogliamo e che ha trovato forma in un manifesto in cui sono definite identità, visione, missione e valori che ispirano l’insieme delle scuole di ispirazione cristiana del territorio diocesano.

Più informazioni su

Commenti