Volley: quando lo sport supera le barriere. Da Cesena una maglia per Matteo

CESENA – «Lo avevamo promesso a Matteo nell’immediatezza dei fatti. E la promessa l’abbiamo mantenuta». Queste le dichiarazioni di Gianluca Casadei, presidente della Fenice Volley Cesena. In occasione della gara di ritorno del campionato di B2, Fenice Cesena-Orbetello, disputata ieri al Carisport, il dg cesenate Luca Ceroni (a destra nella foto di Marco Lirini) ha regalato la maglia della Fenice Cesena ad Andrea Bartolini, allenatore dei maremmani e papà di Matteo.

Matteo ha 20 anni, è un ragazzo con la sindrome di down che segue sempre la squadra di Orbetello (ieri, considerando la distanza, ha preferito restare a casa con la sorella) e qualche mese fa, in occasione della partita contro Sesto Fiorentino, gli è stato impedito di sedersi in panchina, come regolarmente succede da 4 anni.

Questo il testo del post che, a suo tempo, papà Andrea aveva pubblicato: “Chi mi conosce sa che non amo scrivere e alle parole preferisco la palestra e la piscina, ma quello che mi è successo a Sesto Fiorentino sera è una cosa talmente vergognosa che merita di essere condivisa. Alleno squadre di pallavolo da trent’anni e da almeno quattro condivido la panchina con una persona speciale, mio figlio Matteo, il quale si ritiene il vero allenatore della squadra. Per farlo andare in panchina abbiamo chiesto alla federazione una deroga, ci è stato detto di tesserarlo come dirigente (cosa che abbiamo regolarmente fatto) e con questo tesseramento gli arbitri sicuramente non avrebbero fatto nessuna obiezione. Invece, due “personaggi” hanno deciso che in panchina non poteva starci ed è stato fatto accomodare dietro la stessa insieme al medico e al personale addetto al pronto soccorso. Non vi potete immaginare lo stupore di Matteo che comunque da buon atleta ha accettato questa decisione a dir poco vergognosa”.

Compreso il clamoroso autogol, il mondo dello sport nazionale, dal presidente del Coni a quello della Federvolley, si è prontamente scusato, promettendo a Matteo una giornata da trascorrere con la nazionale di volley. «Caro Matteo — è stato il coro unanime della ‘grande famiglia’ della Fenice Cesena — in attesa della maglia azzurra, noi della Fenice ti regaliamo la nostra».

Il tabellino del match:
Fenice Cesena-Orbetello 3-0 (25-22, 27-25, 25-21)
FENICE CESENA: Rasi 3, Gherardi 13, Arienti 9, Venturini 6, Bertacca 14, Mughetti 1, G.Casadei 4, Rossi 3, De Angeli, Marchini (L1); ne: Quercioli, Celetti (L2). ORBETELLO: Antonucci 7, Ciani 1, Vigilucci (L), Pezzetta 10, Becherini 9, Falchi 5, Zauli, Giorgi 12; ne: Cocco. All. Bartolini. Arbitri: Pivetta e Piccininni di Rimini.

La classifica (le prime nove accedono alla serie B unificata del prossimo anno; le ultime cinque retrocedono in serie C regionale): Castelfranco Sotto 39; Forlì 32; Villadoro Modena 30; Fenice Cesena 28; Castelfranco Emilia, Mirandola 26; Puntozero Modena 25; Fucecchio 23; Morciano, Sesto Fiorentino 21; Zephyr La Spezia 20; Orbetello 13; Scandicci 9; Spedia La Spezia 2.

Nella foto: A destra Luca Ceroni, dg della Fenice Cesena, consegna la maglia per Matteo al padre Andrea Bartolini tecnico dell’Orbetello.

Commenti