Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le civiche di coalizione in appoggio a Borghi: «Cambio di passo anche sul turismo sportivo»

GROSSETO – Un appoggio diretto basato sui progetti e non solo sulla persona. Le civiche di coalizione Fare Grosseto e Gente di Grosseto scendono in campo ribadendo il sostegno a Borghi, candidato del Pd alle primarie del centrosinistra. L’apertura arriva su parole come concretezza e sviluppo del turismo sportivo, secondo un progetto che le due civiche stanno portando avanti già da qualche tempo.

«Siamo come affluenti che si uniscono e hanno trovato una forte condivisione sui progetti, soprattutto nell’ambito del turismo sportivo – spiega subito Leonardo Culicchi, coordinatore di Gente di Grosseto -. L’idea è quella di promuovere le attività sportive in Maremma e collegarle al territorio, coinvolgendo le società, le associazioni di categoria, gli assessorati di turismo, bilancio e sport. Abbiamo già esempi concreti da fare, legati al tiro con l’arco e alla danza». Culicchi poi “ruba” lo slogan a Borghi e rilancia: «Vogliamo cambiare passo, andiamo sul concreto e non appoggiamo candidati a prescindere, ma puntiamo sui progetti»

«Riteniamo che lo sport e il turismo rappresentino un volano eccezionale per il nostro territorio, sono le nostre risorse migliori – aggiunge Amedeo Gabbrielli per Fare Grosseto -. Vogliamo che Grosseto sia la città dello sport e grazie al lavoro portato avanti da Paolo Borghi in questi anni, siamo a buon punto. Per questo esprimiamo vicinanza a Borghi, ma chiediamo a lui il coraggio di scegliere una squadra di governo importante, cercando di fare i nomi adesso, perché Grosseto ha diritto che a governare siano i migliori. A me fare l’assessore non interessa, ma il cambiamento della città deve esserci soprattutto nel modo di fare».

Paolo Borghi, di contro, raccoglie immediatamente l’invito: «Serve il coraggio di fare scelte alternative rispetto al vecchio modo di fare politica. Mi sento garante in questo, in quanto non rappresento la nomenclatura e non sono manovrabile. Sono vicesindaco, ma ho lavorato su bilancio patrimonio e sport, concretamente ho fatto vedere ciò che un amministratore deve fare. Darò dimostrazione di quanto mi è stato richiesto dopo le primarie, dando vita a gran parte della squadra di governo. Non accetterò accordi che passino sopra la nostra testa e per nostra intendo delle persone che mi avranno votato. La città ha bisogno di buoni amministratori quindi accolgo l’invito delle civiche, appena le condizioni mi consentiranno di dare delle risposte dirette. Ringrazio di cuore per il sostegno ricevuto, insieme cercheremo di far cambiare passo al territorio e con l’aiuto delle civiche sarà più agevole riuscirci».

Un progetto legato al lavoro svolto con Paolo Borghi, quindi, ma che le civiche non ripiegheranno in un cassetto: «Prima di tutto viene Grosseto – precisa Culicchi -. Se questa è idea che rientra nelle logiche di una città migliore, va bene per qualsiasi schieramento. Bisogna cercare di essere altruisti nella nuova politica». «E’ un progetto che portiamo avanti con Paolo Borghi perché con lui abbiamo intrapreso questo percorso – conclude Gabbrielli -, ma spero che possa andare bene anche per Mascagni».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.