Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Si allontanano le primarie: cresce il “partito del no”. A rischio la coalizione

Più informazioni su

ORBETELLO – Tempi ristretti per la politica del centro sinistra orbetellano che, dopo che ieri sera c’è stato l’ennesimo nulla di fatto al tavolo politico, rischia di veder andare in fumo il progetto di coalizione tra Pd e “Civiche Unite”.

Il tempo delle discussioni, infatti, sta per scadere e potrebbe portare verso la prescrizione l’idea di effettuare le primarie di coalizione. Sono attese a breve, infatti, le nuove regole emanate dai vertici del partito che dovrebbero confermare la chiusura delle candidature delle primarie non più tardi del fine settimana.

Una eventualità che sembra giocare a favore dell’ala “paffettiana” del Pd lagunare a cui rimangono pochi giorni, forse ore, di resistenza per arrivare alla seconda candidatura a sindaco di Monica Paffetti. Il tutto avvalorato dalle ultime e, potenzialmente determinanti voci che provengono dagli ambienti politici, le quali parlano di una improvvisa “virata” dell’ala renziana del Pd Lagunare che sembrerebbe disposto ad appoggiare la primo cittadino, votando a suo favore la richiesta di respingimento delle primarie di coalizione alla prossimo unione comunale del Pd.

Una scelta che, a quanto pare, sarebbe intervenuta dopo l’ultima combattuta seduta di sabato scorso quando la Paffetti pareva non avere ancora i numeri di maggioranza da poter mettere in campo. Dunque, se questa nuova eventualità fosse confermata, il Pd potrebbe ritrovarsi a correre alle amministrative di Orbetello insieme alla lista Nuova Millennio ed a Sel, e senza le “Civiche Unite” che andando da sole alle elezioni causerebbero una grande rarefazione dei voti in riva alla Laguna.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.