Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Beni culturali, beni comuni. Da Magliano una buona pratica da estendere al territorio

MAGLIANO IN TOSCANA – Leonardo Marras ha incontrato la giunta del comune di Magliano in Toscana nel secondo appuntamento del 2016 de #laRegioneinComune. Al centro le mura e la tutela del patrimonio architettonico.

“Le mura sono il simbolo e l’orgoglio di Magliano – spiega Diego Cinelli, sindaco di Magliano in Toscana -, il nostro biglietto da visita nel mondo. Negli ultimi anni le forti piogge hanno provocato crolli e in alcuni punti gravemente danneggiato la cinta, ma non ci siamo mai arresi. Sabato 13 febbraio inaugureremo il torrione ricostruito e vogliamo che questo sia da auspicio per una nuova sensibilità, generale, verso la tutela del patrimonio architettonico”.

“Abbiamo fatto appello anche a privati ed imprese – specifica Monica Stefanini, vicesindaco di Magliano in Toscana – inserendo alcuni progetti nella banca dell’Art bonus, la misura prevista dal governo che prevede benefici fiscali per chi fa donazioni in denaro a sostegno della cultura e la risposta, ad oggi, è stata abbastanza positiva”.

“Le nostre comunità, sempre di più, ospitano residenti temporanei – commenta Leonardo Marras, capogruppo PD in Regione Toscana -, persone che scelgono la Maremma come buen retiro per periodi più o meno brevi e investono in immobili o addirittura facendo impresa, affascinati dalla bellezza di un territorio unico. Ecco io credo che sarebbe importante dare loro atto di questa scelta coinvolgendoli nella manutenzione e nella conservazione dei tanti beni architettonici e culturali della nostra terra, aggiungendo così valore al valore che loro stessi hanno riconosciuto alla Maremma. Penso che sia necessario fare un passo avanti e realizzare progetto più ampio, che coinvolga gran parte territorio, mettendolo a disposizione dei cosiddetti nuovi mecenati della cultura, che possono aiutarci a finanziare le opere necessarie”.

“Tra i beni da tutelare e valorizzare c’è sicuramente anche la scuola di Maiano Lavacchio –prosegue Marras -, voglio ribadire il mio apprezzamento alla giunta comunale per l’impegno preso che, pian piano, si sta concretizzando. Presto partirà il lavoro di un team di giovani professionisti che, con passione, realizzeranno un progetto di valorizzazione per inserire la struttura in un circuito più ampio e riuscire così a riconoscerle il giusto valore”.

Art bonus cos’è: una misura urgente varata dal Governo per favorire il mecenatismo culturale, consente un credito di imposta, pari al 65% dell’importo donato, a chi effettua erogazioni liberali a sostegno del patrimonio culturale pubblico italiano. Gli interventi che si possono sostenere con sono di tre tipologie: interventi di manutenzione, protezione e restauro di beni culturali pubblici; sostegno a istituti e luoghi della cultura pubblici, fondazioni lirico sinfoniche, teatri di tradizione; realizzazione, restauro e potenziamento di strutture di enti e istituzioni pubbliche dello spettacolo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.