Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alessia e Davide, prima un figlio poi il cambio di sesso. «Già immaginiamo il nostro bambino»

Più informazioni su

ORBETELLO – «A volte ci mettiamo nel letto, la sera, e immaginiamo come sarà il nostro bambino, come sarà crescerlo». Alessia, assieme al compagno Davide, ha già iniziato ad acquistare il corredino di questo bambino al momento solo pensato, immaginato. Ma che presto potrebbe essere vero. Proprio come tante mamme e tanti babbi.

Nulla di speciale, se non fosse che Alessia e Davide, un po’ speciali, lo sono. Nel loro coraggio, tanto per cominciare. Perché la coppia ha deciso di iniziare un percorso non facile: quello del cambiamento di sesso. Alessia è nata in realtà Alessio, e Davide, all’anagrafe, si chiama ancora Valentina. In questo loro percorso si sono conosciuti, ed è nato l’amore. Semplice e complicato come per tutti gli altri ragazzi della loro età. Con qualche difficoltà in più per loro, che però non vogliono, per questo, rinunciare all’idea di mettere su famiglia.

«Ad aprile andremo in Ucraina per le prima visite – racconta Alessia – lì c’è un centro specialistico, Biotexcom, a Kiev, a cui ci siamo rivolti. Per avere un bambino bisogna essere sposati, cosa che faremo i primi di febbraio, un passo che avevamo già deciso di fare indipendente dal bambino. Nella clinica utilizzeranno il nostro materiale genetico, il mio liquido seminale e gli ovuli di Davide, per questo il prossimo mese andremo dall’endocrinologo per interrompere la terapia ormonale. Il bambino, o la bambina, sarà nostro figlio a tutti gli effetti, anche se lo porterà in grembo una madre gestazionale». Sembra emozionata Alessia, quando racconta questa nuova sfida.

Una volta alla clinica Alessia e Davide si sottoporranno a tutte le analisi del caso, sceglieranno la donna che porterà nel suo utero il loro ovulo fecondato, e, se attecchirà, verranno costantemente aggiornati dei progressi della gravidanza. «A volte quando siamo in giro e vediamo dei vestitini li acquistiamo – racconta ancora Alessia – dalla clinica ci hanno dato una lista di cose da portare, quattro di tutto, tra cappellini, body, calzine, maglie e pantaloni. Tutto andrà raddoppiato se dovessero nascere gemelli che sono presenti sia nella mia famiglia che in quella di Davide».

Le spese per pagare la clinica sono sostenute, Alessia e il suo compagno hanno scelto il pacchetto base, quello da 29 mila euro, anche in considerazione della giovane età di entrambi che dovrebbe favorire la fecondazione. «Davide sta per compiere 20 anni, età minima richiesta in Ucraina. Adesso stiamo rinnovando i documenti e facendo il passaporto».

Dopo la nascita la clinica rilascerà ai neogenitori il certificato di parto e con quello Alessia e Davide andranno all’ambasciata per fare tutti i documenti del caso e rientrare in Italia. Dopodiché potranno iniziare l’iter per il cambio di sesso. «Alcune coppie preferiscono aspettare il cambio di sesso per sposarsi ma a noi non importa. In questo siamo all’antica. Siamo tradizionalisti, crediamo molto nel matrimonio».

«Entrambi amiamo molto i bambini. Sarà una emozione averne uno nostro – precisa Alessia che confida di aver già pensato ai nomi – Tancredi se maschio e Mia se femmina. Il sesso non si saprà sino al momento del parto, ma a noi non importa se è maschio o femmina». Il percorso non è facile, ma avranno le rispettive famiglie a sostenerli. E non solo «Non abbiamo mai avuto problemi con la gente che ci sta attorno» conclude Alessia che, con il futuro marito, originario di Gallarate, abita ad Orbetello, paese natale di lei.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.