Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Giorno della memoria: tutte le iniziative in Maremma

GROSSETO – Sono tante le iniziative in provincia di Grosseto in occasione della giornata della memoria. Noi ve ne segnaliamo alcune.

Grosseto – Mercoledì 27 gennaio, alle 17.00, in occasione delle iniziative celebrative del “Giorno della Memoria”, alla presenza delle Autorità civili e militari della provincia e delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, il Prefetto di Grosseto, Anna Maria Manzone, consegnerà ai familiari del militare Gelsomino Pagliai, deceduto, deportato ed internato a Wirchrode, Hannover (Germania), la medaglia d’onore istituita nel 2006 e concessa ai cittadini italiani, militari e civili, deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra.

Giovedì 28 gennaio alle ore 16.00 presso il Circolo Arci Khorakhanè in via Ugo Bassi 62-64 a Grosseto si apre la mostra “Scatti di memoria” che vedrà i richiedenti asilo protagonisti, narratori della loro esperienza attraverso le immagini che ci proporranno.

La mostra nasce come proseguimento dell’esperienza nata con la partecipazione degli stranieri all’evento realizzato in collaborazione con il Liceo Artistico di Grosseto sui temi della migrazione e dell’accoglienza.

In quell’occasione le tavole progettuali delle opere d’arte, ideate per essere inserite in spazi pubblici,sono state presentate dagli studenti. L’iniziativa, svolta nel quadro dei festeggiamenti per la Festa della Toscana e con il contributo della Regione, ha come obiettivo la sensibilizzazione riguardo quelli che sono i diritti umani fondamentali ricordando al contempo l’abolizione della pena di morte voluta dalle riforme di Pietro Leopoldo.

Il successo della mostra precedente rinforza ulteriormente l’attenzione e l’interesse di tutti i volontari impegnati nel progetto e per questo il Circolo Arci Khorakhanè propone una seconda occasione di incontro che permetta agli ospiti delle strutture di far conoscere la loro esperienza e il loro punto di vista attraverso la fotografia.

A seguire (ore 17.00) è previsto il primo “The della rete”, un momento d’incontro informale per lo scambio di idee.

Follonica – In occasione della ricorrenza internazionale celebrata il 27 gennaio di ogni anno come giornata in commemorazione delle vittime dell’Olocausto, martedì 26 gennaio alle ore 9.00, con la collaborazione del “Piccolo Cineclub Tirreno”, verrà proiettato presso la Sala Tirreno il film “La vita è bella” di Roberto Benigni per i bambini delle scuole primarie cittadine. A seguire alle ore 11.00 Elena Servi, rappresentante della comunità ebraica di Pitigliano (Grosseto) incontrerà i bambini delle scuole, per parlare dell’importanza della Memoria, dell’importanza della conservazione e del rispetto. Per informazioni: Biblioteca della Ghisa – Comprensorio ex Ilva tel. 0566/59246; fax 0566/59382

Castiglione della Pescaia – In occasione della giornata della memoria, il Comune di Castiglione della Pescaia organizza, in collaborazione con il Teatro Studio di Grosseto, un evento al quale sono invitati tutti gli studenti, i genitori e i cittadini castiglionesi. L’appuntamento consisterà nella lettura scenica di “Se questo è un uomo” scritto da Primo Levi con l’interpretazione di passaggi intensi e commoventi.

In ricordo dello sterminio e delle deportazioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti, sarà realizzata una rappresentazione attraverso la lettura espressiva di brani salienti, con l’ausilio di musiche, canzoni, momenti di condivisione ed interazione con il pubblico.

“Celebrare, rinnovare la memoria dei fatti, conoscere e ripercorrere il valore di un’opera sono le caratteristiche principali di questo spettacolo – spiega il consigliere con delega al sociale Sandra Mucciarini -. Attraverso la lettura interattiva, capace di coinvolgere il pubblico nella performance, tutti gli intervenuti avranno la possibilità di condividere pienamente e attivamente questo momento di riflessione, al fine di dare un senso vero alle parole dell’autore che chiede memoria, chiede voce, chiede ora e sempre, consapevolezza di quei fatti osceni che la storia non cesserà mai di ricordare. Per questo invito tutte le famiglie castiglionesi ad intervenire e a portare i propri figli, perché non si perda mai il ricordo di un capitolo della nostra storia così drammatico”.

Roccastrada – Proseguono gli appuntamenti promossi dal Comune di Roccastrada e dal Coeso Società della Salute per celebrare la Giornata della memoria, del 27 gennaio, dedicata alle vittime dell’Olocausto. Domani, martedì 26 gennaio, la saletta della biblioteca Gamberi ospiterà gli studenti delle terze classi della scuola media per lo spettacolo “Se questo è un uomo” del Teatro Studio di Grosseto.

Uno spettacolo interattivo, dove i ragazzi sono coinvolti sin dall’inizio in una dinamica di scambio e collaborazione. Inoltre, fino a venerdì 29 gennaio, gli utenti della biblioteca potranno trovare un’esposizione di libri e dvd dedicati alla Shoah in un punto informativo appositamente allestito. La biblioteca Antonio Gamberi è aperta ogni lunedì e venerdì dalle 14.30 alle 18.30, il mercoledì dalle 9 alle 13 e ogni martedì e giovedì dalle 9 alle 13 e dalle 14.30 alle 18.30.

Pitigliano – In occasione delle celebrazioni del “Giorno della Memoria” mercoledì 27 gennaio, alle 10, al teatro Salvini di Pitigliano, si terrà l’iniziativa “Genocidi a confronto: parole e musica”.

Interverrà Niccolò Rinaldi funzionario delle Istituzioni europee e giornalista, autore di molti libri dedicati alla memoria collettiva tra i quali “Piccola anatomia di un genocidio – Auschwitz e oltre” ha l’ambizione di raccontare la Shoah in poche pagine ma con completezza, senza pudori e senza sconti per nessuno, fra il dolore delle vittime e la consapevolezza, se non la vergogna, degli altri. Un racconto emotivo che descrive il lungo viaggio ad Auschwitz – dall’antisemitismo alle modalità della macchina dello sterminio al dopoguerra, fino al genocidio in Ruanda uno degli episodi più sanguinosi della storia dell’Africa del XX secolo.

”Shoah e Ruanda, due lezioni parallele”, primo libro che confronta i due genocidi.
Dal cuore dell’Europa al cuore dell’Africa, la meccanica dei due genocidi presenta somiglianze stridenti e differenze, comprese le responsabilità di una parte dell’Occidente che in Ruanda, cinquant’anni dopo la Shoah, si ritrova meno sicuro dei suoi antidoti politici e culturali che considerava acquisiti. Un percorso a specchio ricco di riscontri inaspettati e inquietanti, che rende ancora più attuale la terribile lezione della Shoah e svela menzogne e ipocrisie del nostro tempo.

 alle 11 e 15 monologhi, citazioni e musica di Corrado Re e Emilio Celata: “L’uomo bocciato in storia”.  Gli autori proporranno una riflessione sul dramma della shoah e sugli orrori e le sofferenze a cui le popolazioni coinvolte nelle guerre dei nostri giorni sono sottoposte.

Cinigiano – Il Giorno della Memoria, Cinigiano ricorda le vittime dell’Olocausto con la proiezione del film “Jakob il bugiardo”, mercoledì 27 gennaio, alle 21, al teatro comunale.

Questa pellicola del 1999, che ha come protagonista il premio Oscar Robin Williams, fa parte del filone di film tragicomici sull’Olocausto, ed è un remake dell’omonimo film tedesco, premiato al Festival di Berlino nel 1975, tratto dal romanzo di Jurek Becker,  lo scrittore che ha vissuto sulla propria  pelle gli orrori del ghetto.

Questa la trama del film: nel 1944, durante la seconda guerra mondiale, nella Polonia occupata dai tedeschi, Jakob, interpretato da Robin Williams,  per tenere alto il morale degli abitanti di un piccolo ghetto ebraico, inventa falsi bollettini di guerra che narrano le vittorie degli alleati sul nemico e ne annunciano l’ormai imminente sconfitta. Con il passare dei giorni le sue storie divengono sempre più frequenti e fantasiose, tanto da attirare sempre più gente che con queste sue false notizie ritrova la voglia di lottare. La popolarità di Jakob purtroppo cresce a tal punto che anche al generale nazista arriva la voce della presenza nel ghetto del possessore di una radio, e per questo minaccia di uccidere dieci persone se costui non si costituirà.

Monterotondo Marittimo – Iniziativa pubblica a Monterotondo Marittimo per il “Giorno della memoria”: mercoledì 27 gennaio, alle 10 e 30, al teatro del Ciliegio, sarà presentato il libro di Silvano Polvani “Come sospeso fra la vita e la morte”.

E’ la storia di Florio, un minatore che insieme ad altri minatori non esita a mettersi in difesa della miniera di Niccioleta contro la furia omicida dei nazifascisti che lo deporteranno in un campo di lavoro in Germania. Un racconto di chi ha sofferto nel nome della libertà e della propria dignità e di chi ha difeso il proprio lavoro sino all’estremo sacrificio.

Darà voce al racconto Ilenia Bartalucci. L’incontro è aperto al pubblico, partecipa il sindaco Giacomo Termine. Saranno presenti gli studenti della scuola medi

Manciano – Nell’ambito della rassegna teatrale “Figli di questa terra” della FESTA DELLA TOSCANA realizzata in compartecipazione con il Consiglio regionale della Toscana e il Comune di Scansano, il Teatro Studio di Grosseto, in collaborazione con il Circolo Arci Manciano, presenta il reading con musica dal vivo: “Frammenti di stelle – omosessuali, donne, rom nel firmamento della Shoah”.
Una perfomance a tre voci con musica dal vivo (chitarra elettrica), composta di fatti, informazioni e racconti che si terra il 27 gennaio dalle 18 alla biblioteca Antonio Morvidi di Manciano. Un format in bilico tra documentario, giornalismo e lettura espressiva, costellato da dialoghi, poesie, brani di romanzi storici.
INTERPRETI: Enrica Pistolesi, Luca Pierini, Daniela Marretti CHITARRA: Massimo Pallini RICERCHE: Enrica Pistolesi ADATTAMENTO DEL TESTO E REGIA: Daniela Marretti

Scarlino – In occasione del giorno della memoria, il Comune di Scarlino organizza due incontri per ricordare lo sterminio e le deportazioni del popolo ebraico e i deportati militari e politici italiani nei campi nazisti.

Mercoledì 27, alle ore 17.00 presso la sala consiliare di piazza Garibaldi, la professoressa Alessandra Veronese, direttrice del Centro Interdipartimentale di Studi Ebraici dell’Università di Pisa conduce l’incontro “Antisemitismo e antiebraismo: alle origini della Shoah”

Giovedì 28, alle ore 10,00, sempre presso la sala consiliare di Piazza Garibaldi, Silvano Polvani presenta il racconto “Come sospeso fra la vita e la morte” ispirato alla storia vera di del minatore di Niccioleta, Ferio Terrosi.

Massa Marittima – Il Comune di Massa Marittima ha organizzato in occasione della “Giornata della memoria”, un evento, curato dalla Biblioteca G. Badii, in collaborazione con l’ITIS Bernardino Lotti.

La professoressa Alessandra Veronese, Direttore del CISE – Centro Interdipartimentale di studi Ebraici dell’Università di Pisa, incontrerà il pubblico nell’Aula Magna dell’Istituto, in via della Manganella, mercoledì 27 gennaio alle ore 10, per parlare dell’antisemitismo e dell’antiebraismo: si tratterà di un’interessante e ricca ricognizione storica che partirà da molto lontano per mostrare quali sono le origini di pregiudizi che hanno portato poi una volta “esplosi”, alla shoah. L’incontro è aperto a tutti e verrà ripetuto alle 17 nella Sala Consiliare del Comune di Scarlino in Piazza Garibaldi. Per l’occasione verrà proiettato il documentario realizzato dagli allievi dell’Istituto durante i viaggi del “treno della memoria 2015”.

Nel corso della giornata si svolgerà inoltre l’iniziativa “MEMORIA IN MOSTRA” a cura dell’Anpi Massa Marittima, che terrà aperto un gazebo in Piazza Garibaldi (orario 10/12; 16/18).
La prof.ssa Veronese è ricercatrice di storia medievale presso il Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere e membro del comitato direttivo del CISP (Centro Studi per la Pace) dell’Università di Pisa. Nell’ambito del suo lavoro di docente tiene vari corsi, tra cui quelli di Storia dei conflitti etnici e religiosi (XX secolo) di Storia degli ebrei nel Medioevo e nella prima età moderna.
L’invito che la Biblioteca di Massa Marittima ha inoltrato alla prof.ssa Veronese per la giornata della memoria 2016 nasce dalla collaborazione che si è instaurata tra il CISE e il Comune di Massa Marittima, che da qualche anno svolge il ruolo di capofila dei progetti sugli Archivi all’interno della Rete delle Biblioteche della Provincia di Grosseto. Grazie al lavoro che il Comune ha in corso dal 2013 sul riordino degli Archivi minerari, la Rete delle Biblioteche ha infatti individuato la Biblioteca di Massa Marittima, quale capofila dei progetti sugli Archivi e nel 2015 è stato sottoscritto un accordo della durata di tre anni su richiesta del Comune di Scarlino per il riordino e lo studio dei materiali del suo Archivio storico conservati all’Archivio di Stato Grosseto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.