Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I giovani riscoprono l’agricoltura. Marras: «Dalla Regione 23 milioni di euro». In Maremma primato di domande

GROSSETO – Pubblicate le graduatorie del “Bando giovani agricoltori” scaduto il 16 novembre, promosso dalla Regione Toscana all’interno della misura Fare impresa del progetto Giovanisì. L’avviso ha visto protagonista indiscussa la provincia di Grosseto sia per il numero di domande presentate, 325 su 1761, che per il totale di quelle finanziabili: 173 su 686, cioè 25% del totale, che equivale ad oltre 23milioni sui 100 complessivi messi a disposizione dalla Regione.

“Un dato sicuramente importate – commenta Leonardo Marras, capogruppo PD Regione Toscana – che ha un doppio valore. Quello di una scommessa vinta dalla Regione Toscana che ha scelto di investire sui giovani aumentando le risorse destinate a questa misura da 60 a 100milioni di euro, la risposta chiara è arrivata dall’elevato numero di domande presentate, indice chiaro della ritrovata attenzione dei giovani per il mondo agricolo. E quello della volontà di ripresa del nostro territorio: i numeri della provincia di Grosseto incoraggiano e soddisfano, l’agricoltura maremmana ha dimostrato, ancora una volta, vitalità e voglia di guardare al futuro; in linea, tra l’altro, con il report pubblicato pochi giorni fa dal Sole 24ore che individua proprio nell’agricoltura il settore trainante per la nostra provincia, prima in Italia per numero di nuove attività nel 2015. In bocca al lupo, dunque, a questi giovani che grazie agli incentivi della Regione Toscana potranno realizzare il loro progetto d’impresa”.

Il bando rivolto ai giovani dai 18 ai 40 anni prevedeva un finanziamento a fondo perduto fino 50mila euro per iniziare l’attività e fino al 60 % sugli investimenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.