Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il nuovo meetup scrive a Grillo: «vogliamo sapere se la lista di Gori è regolare»

GROSSETO – «Chiediamo a Beppe Grillo se abbia legittimato tramite certificazione la lista presentata pubblicamente da Giacomo Gori il 9 Gennaio 2016 e in caso contrario chiediamo se verranno presi provvedimenti in merito».

Con questa motivazione gli iscritti al nuovo meetup Amici di Beppe Grillo, nato a novembre e in palese contrasto con i metodi utilizzati dallo storico meetup e dal gruppo dirigente del Movimento 5 Stelle Grosseto, hanno scritto una lettera (firmata da una trentina di persone) al leader dei pentastellati per chiedere chiarimenti sulle prossime amministrative.

In particolare gli attivisti del meetup vogliono sapere se la lista che fa riferimento alla candidatura a sindaco di Giacomo Gori, presentata lo scorso 9 gennaio a Grosseto, è stata o meno certificata o più semplicemente se ha ottenuto il via libera dal Movimento come prevede il regolamento dei 5 Stelle.

Intanto fanno sapere dal meetup che il loro percorso per la individuazione delle candidature e per la formazione di una lista del Movimento 5 Stelle da presentare alle prossime elezioni va avanti.

Ecco la lettera inviata a Grillo e a Gian Roberto Casaleggio, ma anche ai membri del direttorio Luigi Di Maio, Alessandro Di Battista e Roberto Fico e per conoscenza a tutti i parlamentari a 5 Stelle.

Avendo come riferimento certo il post “Elezioni comunali – repetita Iuvant” apparso sul blog di Beppe Grillo il 30 Novembre 2015 (http://www.beppegrillo.it/2015/11/elezioni_comunali_-_repetita_iuvant.html): “Per partecipare alle elezioni comunali bisogna seguire la procedura di richiesta di certificazione. Nel caso di più liste e in mancanza di un accordo per presentarne una sola si procederà se il caso con una votazione on line tra gli iscritti al M5S del comune. Una lista non esiste se non è stata certificata. Chiunque accrediti una lista non certificata a nome del M5S verrà diffidato.”;

considerato il percorso di costituzione di una lista UNITARIA, ispirato ai principi del M5S (in primis la trasparenza e l’unovaleuno) nato in seno agli incontri pubblici del Meetup Amici di Beppe Grillo – Grosseto (www.meetup.com/amicidibeppegrillo-grosseto), percorso democratico e orizzontale che offre la possibilità a TUTTI i cittadini di potersi candidare alla carica di sindaco e di consigliere comunale per l’eventuale lista del M5S, permettendo agli iscritti di ENTRAMBI i meetup grossetani di potersi candidare, di votare ed essere votati, nel rispetto dei “requisiti essenziali ed inderogabili” della Nota 4 del Regolamento del M5S (http://www.beppegrillo.it/movimento/regolamento/4.html), percorso che è stato comunicato il 12 Dicembre 2015 al portavoce Giacomo Gori, agli iscritti di entrambi i meetup grossetani, a Beppe Grillo, a Gianroberto Casaleggio, allo Staff del M5S, a Roberto Fico, Alessandro Di Battista e Luigi Di Maio, oltre che agli organi di informazione locale), percorso che è possibile approfondire al link http://www.meetup.com/it-IT/AmicidiBeppeGrillo-Grosseto/messages/boards/thread/49450520 , i cui risultati della prima espressione di voto palese sul gradimento di possibili candidature alla carica di sindaco, al quale hanno partecipato entrambi i meetup, sono pubblicati qui: http://files.meetup.com/19092937/Sondaggio%20candidato%20sindaco%20M5S%20-%2018-21%20Dicembre%202015.pdf , percorso tutt’ora aperto per la raccolta delle autocandidature alla carica di consigliere comunale e che si concluderà nel mese corrente;

considerato il comunicato del MoVimento 5 Stelle di Grosseto del 12 Dicembre 2015 (http://www.grosseto5stelle.it/falsita-sul-movimento-5-stelle-grosseto/), diffuso anche dagli organi di informazione locali (es: https://www.ilgiunco.net/2015/12/12/5-stelle-e-scontro-tra-meetup-ce-solo-la-lista-di-gori-volete-solo-indebolirci/), nel quale si legge “Alle Comunali ci sarà un solo candidato e una sola lista del Movimento 5 stelle: quella guidata da Giacomo Gori”;

considerati i comunicati del MoVimento 5 Stelle di Grosseto del 30 Dicembre 2015 (http://www.grosseto5stelle.it/sulla-caritas-alla-cittadella/) firmato “Giacomo Gori, candidato a sindaco per il Movimento 5 stelle”, (http://www.grosseto5stelle.it/6727-2/) firmato “Giacomo Gori Candidato sindaco MoVimento 5 Stelle Grosseto”, del 6 Gennaio 2016 (http://www.grosseto5stelle.it/bollette-capogiro-partiti-pensano-alle-alleanze-elettorali/), firmato “Giacomo Gori, candidato a sindaco per il M5s Grosseto”, del 9 Gennaio 2016 (http://www.grosseto5stelle.it/presentazione-candidati-consiglieri-m5s-grosseto/), firmato “Giacomo Gori – Candidato Sindaco Movimento 5 Stelle Grosseto”, alcuni dei quali diffusi anche dagli organi di informazione locali;

considerato il documento de “Il Portavoce ideale del M5S” che si può leggere su entrambi i meetup grossetani qui http://files.meetup.com/19092937/Portavoce%20Ideale%20del%20M5S%20Grosseto.pdf e qui http://files.meetup.com/252090/Portavoce_Ideale_M5S.pdf : “Il portavoce ideale del MoVimento 5 Stelle è un cittadino marcatamente umile, che esercita tale ruolo consapevole di non poter operare soltanto con la sua testa, fortemente convinto di non doversi distaccare mai, neppure per un attimo, dalle persone che lo hanno scelto, fedele fino in fondo al solo volere dei cittadini. Il portavoce ideale dei cittadini salvaguarda il più possibile il suo anonimato, agisce per quanto possibile nell’ombra, lascia che siano i cittadini ad essere presenti e protagonisti grazie agli strumenti di partecipazione messi a disposizione. Il portavoce ideale del MoVimento 5 Stelle non antepone mai e poi mai il suo personale pensiero, la sua personale convinzione alla risultante diretta emanazione dell’intelligenza collettiva.”;

considerata la nota apparsa nella cronaca grossetana de “Il Tirreno” dell’8 Gennaio 2016, in cui si legge che “il Movimento5stelle non solo ha annunciato il suo candidato, il portavoce e capogruppo in consiglio comunale Giacomo Gori, ma ha già pronta la squadra che si presenterà alle urne per la carica di consigliere comunale. I candidati sono stati scelti mediante le autocandidature su www.grosseto5stelle.it. Ogni candidato è stato passato al vaglio del sistema “matrice multicriteri” che ha tenuto conto di diversi requisiti individuati dagli attivisti. La squadra pronta a presentarsi agli elettori sarà presentata domani alle 15.30, nella sala del consiglio comunale”;

considerato l’articolo a firma del giornalista Enrico Pizzi apparso in seconda pagina della cronaca grossetana de “Il Tirreno” del 10 Gennaio 2016, in cui si legge “La certificazione. La lista dovrà anche avere la certificazione di Beppe Grillo, cioè dovrà ottenere l’autorizzazione all’uso del simbolo che è di proprietà di Grillo. Gori precisa, infatti, che «di norma la certificazione arriva molto più a ridosso dell’inizio della campagna elettorale, in ogni caso – dice – in quanto capogruppo del Movimento 5 Stelle, sono autorizzato a utilizzare il simbolo».”;

considerate le testuali parole pronunciate dal portavoce in consiglio comunale Giacomo Gori, durante l’evento pubblico del 9 Gennaio 2016 del MoVimento 5 Stelle di Grosseto: “Il secondo meetup per noi, come abbiamo già detto tante altre volte, per quanto riguarda la formazione della lista candidata alle prossime elezioni non ha senso, non ha un senso compiuto” ed in merito alla certificazione della lista da egli pubblicamente presentata “Formalmente ad oggi non c’è la concessione per quanto riguarda le elezioni del 2016”;

prendiamo atto che, di fatto, il portavoce in consiglio comunale del MoVimento 5 Stelle di Grosseto Giacomo Gori, attraverso l’iniziativa pubblica del 9 Gennaio 2016 e attraverso i suoi comportamenti/dichiarazioni qui sopra indicati, alla presenza di portavoce del MoVimento 5 Stelle regionali e nazionali senza che questi abbiano informato il Meetup Amici di Beppe Grillo – Grosseto:

  • non ha favorito la condivisione ed il coinvolgimento dei cittadini iscritti ad entrambi i meetup grossetani;
  • non ha favorito la spinta di democrazia partecipativa di tutti i cittadini limitando la selezione delle candidature per la composizione della lista a criteri e votazioni non resi noti e svoltisi in seno ad un gruppo ristretto di persone.

Noi, iscritti al Meetup Amici di Beppe Grillo – Grosseto (http://www.meetup.com/it-IT/amicidibeppegrillo-grosseto/) vogliamo evitare che tutto questo impedisca il risveglio della nostra città che necessita da tempo di una politica realmente partecipativa e più ampia capace di promuovere energie nuove e funzionali al benessere sostanziale della comunità; perseguendo i principi di trasparenza e di partecipazione diretta e orizzontale espressi nella nostra “Dichiarazione di Intenti” (http://www.meetup.com/it-IT/AmicidiBeppeGrillo-Grosseto/about/) proseguiamo con il cronoprogramma aperto ad entrambi i meetup grossetani per la realizzazione di una eventuale lista per il M5S a Grosseto (http://www.meetup.com/it-IT/AmicidiBeppeGrillo-Grosseto/messages/boards/thread/49450520).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.