Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Laguna, Mittica e Ottali «Ancora rischi, ma la pulizia dei canali viene fatta?»

Più informazioni su

ORBETELLO – Tema della Laguna sempre più sentito ad Orbetello dove arriva il pronto intervento di due politici appartenenti alla lista di Patto per Il Futuro, Matteo Mittica e Maddalena Ottali. A spostare subito l’attenzione sulla questione è l’avvocato orbetellano che esordisce dicendo che «dopo le recenti analisi i fanghi residui nella Laguna di levante sono ancora a grave rischio – spiega lui – ed è inevitabile porsi delle domande che credo ogni orbetellano, oggi, si stia ponendo: la pulizia dei canali viene eseguita, visto che la decisione di attivare le pompe a Marzo presupporrebbe che già oggi essa fosse già attiva? Ed il mantenimento delle idrovore? Sarà possibile a marzo aprire i canali per il ricircolo? E poi è questa la scelta giusta?»

«Ad oggi nessuno sa per quale motivo si abbassi pericolosamente il livello di ossigeno sotto il canale di Ansedonia: il Comune di Orbetello si sta attivando per tutto questo? Il rischio di rivivere il dramma della passata estate è tangibile – continua lui – e non possiamo neanche ipotizzare che si possa rivedere quella drammatica moria di pesci che ha causato milioni di euro di danni sia ai pescatori che ad alcune attività turistiche vicine. A livello locale non risulta sia stato riconosciuto lo stato di calamità e viene da domandarsi, paradossalmente a questo punto, se anche il decreto del Presidente della Regione Toscana sull’emergenza verrà concretamente eseguito permettendo l’applicazione a livello di fondo di solidarietà dell’Unione Europea.»

Parole forti su cui arrivano ulteriori specifiche di Maddalena Ottali: «Fin dai tempi dell’incontro tra le associazioni di categoria e la Regione Toscana ho chiesto che il Comune di Orbetello desse garanzie assolute sulle tempistiche e sulle modalità di attuazione in ordine al risanamento della laguna, dopo i terribili danni all’immagine subiti in seguito alla moria dei pesci – dice la dirigente provinciale dell’Ascom – come Confcommercio stiamo predisponendo e investendo molto sulla promozione turistica di Orbetello all’estero e non possiamo assolutamente permetterci di vendere un prodotto fallimentare. Il rischio che possa risuccedere il disastro di luglio scorso – conclude lei – è un’ipotesi che non possiamo neanche valutare lontanamente se vogliamo risollevare e rilanciare il turismo nel nostro territorio e investire davvero seriamente nella promozione dell’immagine di Orbetello.»

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.