Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Geoparco: è Lidia Bai la presidente. Ecco come potrebbe essere il nuovo comitato

GAVORRANO – Lidia Bai, vice presidente uscente ed ex sindaco di Massa Marittima, sarà la nuova presidente del Parco delle Colline Metallifere. Lidia Bai è stata nominata direttamente del ministro dell’Ambiente Gian Luca Galetti che, preso atto della indisponibilità di Luca Agresti a continuare il suo impegno come presidente, ha provveduto lo scorso 8 gennaio a scegliere un’altra figura al vertice del geoparco.

Lidia Bai guiderà così il nuovo comitato di gestione provvisoria almeno fino alla approvazione dello statuto del parco che attualmente deve essere vagliato dal ministero dell’economia dopo il passaggio in Consiglio di Stato.

Nel comitato in scadenza l’ex sindaco di Massa era stata indicata come rappresentante dei comuni e per questo aveva ricevuto la nomina di vicepresidente. Da oggi si apre così ufficialmente anche la fase delle altre nomine in seno al Parco. Il comitato di gestione infatti è formato oltre che dal presidente, scelto dal ministero dell’Ambiente, anche da un rappresentante della soprintendenza, uno della Regione Toscana, uno della Provincia di Grosseto, uno dei Comuni che formano il parco e uno dell’Unione dei Comuni della Colline Metallifere.

Difficile per il momento fare il toto nomi anche se è possibile che la vicepresidenza (solitamente assegnata al rappresentante dei Comuni) potrebbe andare a Gavorrano (sede del Parco), quella dell’Unione dei Comuni a Monterotondo Marittimo, quella della provincia a Follonica. Quella della Regione (già ricoperta dall’ex assessore regionale Annarita Bramerini) potrebbe essere ricondotta a Roccastrada. Per quanto riguarda invece la soprintendenza la nomina, già fatta, riguarda un tecnico.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.