Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Turismo, sviluppo economico, urbanistica, Farnetani «Gli obiettivi raggiunti nel 2015»

GROSSETO – E’ il sindaco Farnetani a stilare il bilancio dell’attività svolta dalla propria maggioranza “Il 2015 è stato un anno importante e decisivo – sottolinea Farnetani – e grazie al lavoro congiunto di dipendenti e amministratori abbiamo realizzato alcuni tra gli obiettivi cardine del nostro programma”.

“Il percorso è stato in salita: prima la pesante eredità della vecchia amministrazione, che ha lasciato una grave situazione finanziaria e organizzativa poi la recessione che ha colpito il Paese e infine i danni causati dagli eventi atmosferici che hanno flagellato il territorio. Nonostante questo fardello, proprio nell’ultimo anno abbiamo completato il rinnovo di tutti gli strumenti della pianificazione, approvando definitivamente il Regolamento Urbanistico. Un atto con il quale si è voluto dare una soluzione ai conflitti che si trascinavano da decenni (le lottizzazioni di Santa Maria, Poggio al Crino e Poggio alle Trincee, dove pendevano richieste risarcitorie milionarie), e quelle più recenti (come la trasformazione degli hotel David e Alleluja in seconde case). Ma soprattutto si sono tracciate le linee dello sviluppo urbanistico ed edilizio, potenziando il sistema dell’accoglienza, con la previsione di nuovi alberghi, l’implementazione degli esistenti e la riqualificazione quello delle infrastrutture portuali, con la possibilità di aumentare la capienza e i servizi dei porti di Castiglione e di Punta Ala”.

“Risultati tangibili anche nelle tariffe – prosegue il sindaco – con l’attuazione di politiche di contenimento e di progetti di incentivazione per le imprese e per lo sviluppo economico. Non abbiamo aumentato le aliquote, non abbiamo introdotto le addizionali comunali IRPEF né aumentato le tariffe per il canone di occupazione dei suoli pubblici o l’imposta sulla pubblicità e abbiamo provveduto alla restituzione dell’IMU sulla prima casa versato nel 2012”.

“Ci siamo fatti carico delle tante criticità sociali del nostro territorio: prima fra tutte l’emergenza abitativa e l’edilizia pubblica, dove tra sostegno ai bisognosi, rimozione delle irregolarità e politica mirata della mobilità si è dimezzata la lista dei soggetti in attesa di assegnazione. Peraltro, in primavera saranno ultimati ed assegnati 12 nuovi alloggi realizzati dall’EPG in area Santa Maria. Abbiamo confermato, ed in alcuni casi implementato, le risorse necessarie a far fronte alle tante esigenze dei cittadini più vulnerabili”.

“Abbiamo valorizzato il nostro territorio grazie ad importanti interventi sul paese come quello della riqualificazione del Lungomare di Levante e la realizzazione del nuovo svincolo di Pian di Rocca oltre a numerosi interventi di riqualificazione del tessuto viario dell’intero territorio castiglionese.

“Un deciso balzo in avanti nella pianificazione dello sviluppo e il potenziamento delle risorse per i residenti a Punta Ala, con il completamento dell’iter urbanistico di riqualificazione ed ampliamento del porto e la pubblicazione del bando per la realizzazione e assegnazione di dieci alloggi in area PEEP destinati a abitazione dei residenti”.

“Con soddisfazione e grazie all’indotto turistico sportivo di alta qualità dei grandi eventi internazionali che abbiamo ospitato, siamo realmente riusciti ad allungare la stagione estiva a favore del comparto dalle strutture di accoglienza e balneari del nostro paese. Numeri alla mano, Castiglione ha confermato importanti crescite in termini di presenze e arrivi. Un grande lavoro che è partito con il riconoscimento di Comune Europeo dello Sport, ottenuto nel 2014 e culminato con la tappa del Giro d’Italia nel 2015, con cui si è raggiunto concretamente l’obiettivo di destagionalizzazione del turismo”.

“Per dare valore alla nostra offerta turistica – continua Farnetani – abbiamo potuto contare sull’apporto convinto e qualificato delle associazioni del mondo turistico, commerciale e dei servizi del territorio castiglionese: una sinergia preziosa, da curare e sviluppare”

“Sul versante ambientale, abbiamo mantenuto alti gli standard che contraddistinguono il nostro mare e le nostre spiagge: anche nel 2015 Castiglione si è aggiudicata il titolo di “Mare più bello d’Italia” a sancire l’impegno delle politiche mirate alla salvaguardia del territorio che abbiamo sempre adottato. Ma non basta: ancora 5 Vele e Bandiera Blu hanno certificato la qualità delle nostre acque e l’accessibilità delle nostre spiagge insieme alla Bandiera Verde dei pediatri che ha scelto Castiglione come mare a misura di bambino. E per migliorare il servizio al cittadino, proprio nel 2015 abbiamo inaugurato anche la raccolta differenziata dell’umido che, oltre a ridurre in futuro il costo del servizio, vuole preludere al porta a porta”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.