Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cessione Mabro: giorni intensi per la scelta dell’assegnazione

Più informazioni su

GROSSETO – Giorni intensi per la Mabro. Malgrado le festività natalizie si continua a lavorare su più fronti per giungere all’assegnazione in base alle buste presentate a scadenza del bando, analizzando le offerte pervenute con tanto di piani industriali allegati. Toccherà al commissario Paolo Coscione prendere la decisione e non è da escludere che questa arrivi in tempi brevi.

Dopo l’apertura avvenuta prima di Natale, a distanza di cinque giorni dalla scadenza, quindi nei tempi più rapidi possibili secondo il regolamento, Coscione si è subito concentrato sull’analisi dei piani industriali, mettendo sullo stesso piano le offerte pervenute. Uno scatto in avanti importante anche in virtù del fatto che, comunque, dopo le “miserie” dei precedenti bandi di cessione, c’è qualcosa di più concreto su cui lavorare.

Nel valzer delle date che inducono ad accelerare i tempi, ci sono però altri passaggi significativi che induco a pensare ad una svolta non troppo lontana: il primo è quello del 12 gennaio, quando andrà in scadenza il mandato del commissario. In questo caso le strade da percorrere sono due: o la proroga di mandato passando dal via libera del Ministero, oppure l’assegnazione della Mabro prima della scadenza del 12, aspetto che farebbe scattare la permanenza alla guida dell’azienda per altri due anni.

L’altra data che rappresenta un passaggio fondamentale, soprattutto per i lavoratori, è quella del 20 gennaio, quando scadrà la cassa integrazione. I dipendenti hanno già ottenuto una proroga a metà dicembre, ma è chiaro che il tentativo di ripresa da parte dell’azienda di via Senese potrebbe scongiurare anche il ricorso agli ammortizzatori sociali che, negli ultimi anni, hanno sorretto le maestranze.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.