Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Smog e polveri sottili, Grosseto si salva. «Merito anche delle politiche ambientali»

GROSSETO – Grosseto non è nella lista nera delle città inquinate. Una buona notizia che vede il capoluogo maremmano escluso dall’elenco dove i parametri della qualità dell’aria hanno superato i limiti di legge.

Nessun effetto Milano per intendersi, dove i livelli di smog e delle polveri sottili presenti nell’aria, hanno indotto sindaco e giunta a limitare il traffico e ad imporre il blocco della circolazione dei mezzi privati.

A confermare il rispetto dei limiti imposti dalle norme, i dati raccolti dall’Arpat, l’agenzia regionale per la protezione ambientale che monitora costantemente i dati sulla qualità dell’aria (qui trovate la mappa interattiva sulle zone più inquinate: http://www.arpat.toscana.it/temi-ambientali/aria/qualita-aria/mappa_qa/index/pm10/tutte/27-12-2015).

«Anche negli anni passati – dice il sindaco Emilio Bonifazi – in città non sono mai stati superati i limiti di legge. Questo grazie anche alle politiche ambientali che abbiamo messo in campo fino ad oggi. Si tratta di piccoli passi che però nel complesso hanno portato benefici».

In particolare il sindaco si riferisce all’istituzione della ztl, agli incentivi per l’acquisto di bici e auto elettriche, al rinnovamento del parco auto in dote al comune e per esempio agli investimenti che sono stati fatti nel trasporto pubblico con i bus elettrici. E ancora i controlli effettuati sugli impianti di riscaldamento privati e sulle caldaie.

Grosseto insomma, per il momento, non teme problemi legati allo smog. Questo anche perché vicino alla città non ci sono impianti industriali attivi e perché la posizione geografica del capoluogo maremmano favorisce la circolazione dei venti e dell’aria.

Fatto sta che i valori sono nella norma e che in vista non ci sono provvedimenti da prendere nonostante che la situazione meteo anche per i prossimi giorni rimanga stabile e che le piogge, tanto attese nelle città più a rischio, non arriveranno nel breve termine.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.