Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Un anno di sport in Maremma. Le emozioni del 2015 raccontate da IlGiunco.net

GROSSETO – Grandi imprese, ma anche grandi delusioni. Il 2015 è stato un anno dai forti contrasti per la Maremma sportiva. Imprese, rinascite, ma anche fallimenti, con società gloriose cancellate dal panorama sportivo. Sono stati comunque 365 giorni intensi che vi abbiamo raccontato e documentato. Adesso vi riproponiamo i fatti salienti del 2015 sportivo.

Atletica: La Maremma si conferma territorio predisposto all’accoglienza di questa disciplina. Grosseto e Castiglione della Pescaia ospitano i campionati Europei Master (158 medaglie azzurre nell’edizione maremmana). Sul fronte dei risultati Stefano La Rosa strappa un grande tempo nella maratona di Amsterdam (La Rosa piazza il primato personale). Ma non sono solo gioie, perché nel finale di anno si origina il pasticcio relativo ai controlli antidoping (Terremoto atletica: anche La Rosa tra i deferiti) che rende decisamente più amaro questo 2015.

Baseball: Dal punto di vista sportivo il batti e corri grossetano, avvolto dalla tormenta delle polemiche, non riesce a concedere il bis conquistando per la seconda volta consecutiva il campionato di Serie A (Bollate passa di rimonta e vince il titolo), in un campionato in cui anche il Jolly Roger finisce sotto gli standard della stagione precedente. Anche in questo caso però, è il finale di 2015 a scrivere la pagina più dolorosa del batti e corri grossetano (Il giorno nero per Grosseto che rinuncia alla Serie A).

Calcio: E’ un’estate calda quella che avvolge il blasonato Grosseto. Se sul campo la squadra conquista la permanenza tra i protagonisti, nel mese successivo vengono cancellati 103 anni di storia calcistica (Camilli dice addio al Grifone). Precipitato nei dilettanti e con il nome di U.S. Grosseto cancellato dalla storia, la rinascita avviene qualche mese dopo, con l’arrivo di Pincione e la ripartenza dalla Serie D (FC Grosseto in rampa di lancio). Più luci che ombre per il Gavorrano tra i dilettanti: se la prima parte di 2015 conduce a una salvezza tribolata, la ripartenza sotto la guida di Bonuccelli porta i minerari a giocarsi la promozione in Lega Pro. Sempre tra i dilettanti, non passa inosservata l’impresa del Roselle del presidente Ceri che conquista un’altra promozione, ma soprattutto ottiene anche il successo nella Coppa Toscana sotto la guida di mister De Masi (il Roselle non sbaglia un colpo).

Calcio a 5: Prima parte di 2015 piuttosto piatta per l’Atlante, massima realtà del movimento maremmano. In Serie B, i biancorossi, chiudono a metà graduatoria il campionato, ma si rilanciano all’inizio della stagione seguente. Inseriti nuovamente nel girone toscano e con un nuovo allenatore alla guida, i grossetani chiudono l’anno al comando della classifica (Atlante campione d’inverno).

Ciclismo: Uno degli sport più praticati in Maremma, terra che ben si presta a questa disciplina, trova il massimo elogio nel passaggio del Giro d’Italia, con due giorni memorabili: l’arrivo a Castiglione della Pescaia e la partenza da Grosseto. Una festa per tutto il territorio. Dal punto di vista della cronaca sportiva, sale alla ribalta l’arrivo in volata di Castiglione, con la vittoria del tedesco Greipel e la maxi-caduta innescata da un appassionato che si sporge troppo dalle transenne per scattare una foto (Maxi caduta nell’arrivo di Castiglione, coinvolta la maglia rosa).

Football Americano: I Veterans si fanno strada e sotto la guida di coach Casciani ottengono la finale del campionato Cif9, ma a un passo dal trionfo si fermano al cospetto dei Chiefs Ravenna (Veterans: sfuma il sogno). L’estate però, si chiude con l’esondazione dell’Ombrone che provoca ingenti danni al campo dei Vets (Impianto da ricostruire, l’appello dei Veterans). In chiusura di anno, in ogni caso, torna a splendere il sole con una notizia inaspettata (I Veterans coronano il sogno, giocheranno in Serie A).

Hockey: Follonica si conferma regina del movimento e massima espressione in Maremma. La squadra del golfo si conferma in Serie A1 e chiude il girone di andata conquistando l’accesso alla Finale Eight di Coppa Italia (Rodriguez regala la Final Eight a Follonica). In Serie A2, dopo aver fallito la promozione di un soffio, riprende la marcia dell’Hc Castiglione. La squadra di Achilli chiude l’anno al comando del torneo e a punteggio pieno (Nove vittorie su nove partite per Castiglione). La vera novità però, è il ritorno del Cp Grosseto che riparte dalla Serie B, con alla guida il tecnico della nazionale Massimo Mariotti (Cp Grosseto punta a rinverdire i fasti).

Judo: La Maremma emerge anche in questa disciplina, questa volta grazie a Follonica che ospita la European Cup (Follonica e la Toscana promosse a pieni voti). Dal punto di vista dei risultati sportivi sono tanti i successi ottenuti dagli atleti maremmani nelle rispettive categorie, sia a carattere nazionale che internazionale. Il grossetano Leonardo Casaglia, contibua comunque la propria crescita ottenendo un prestigioso risultato (Casaglia campione italiano juniores).

Motori: Grande festa per il follonichese Matteo Casuccio. La sua impresa emoziona la città del golfo che accoglie con grande passione il ritorno del suo centauro, protagonista della Parigi-Dakar. La corsa tra le più massacranti e difficili, vede il maremmano portare a termine la gara con grande determinazione (Follonica festeggia il ritorno di Casuccio).

Nuoto: Grosseto resta al centro dei programmi federali con alcuni stage della nazionale giovanile di fondo che passano proprio dalla Maremma. Tra le atlete il nome che ritorna prepotentemente d’attualità è quello di Arianna Ferrari che mette insieme, a suon di risultati, un grande 2015 nel mezzo fondo in acque libere (Arianna Ferrari sul podio a livello nazionale).

Pallacanestro: Continuano i problemi a livello societario per la realtà maremmana. Dopo la cancellazione del Basket Grosseto che lascia la Serie C, il 2015 è l’anno delle difficoltà sportive per il Team 90, che raccoglie l’eredità con un campionato di Serie D carico di delusioni. Si affaccia però sul panorama una nuova realtà: è quella della Gea Basketball, un nuovo movimento che prova a riaccendere la speranza di un domani migliore per il movimento cestistico grossetano (Grande festa per la Gea: prove di rinascita per la pallacanestro).

Pallamano: La Maremma torna ad avere due squadre in Serie A2. Follonica centra la salvezza, mentre l’Olimpic ottiene un’importante successo che vale un ritorno importante (L’Olimpic completa la cavalcata con la promozione). Grosseto, invece, si distingue maggiormente per la disciplina a livello estivo e giocata in spiaggia. I ragazzi allenati da Malatino, si confermano campioni d’Italia nel beach handball (Grosseto è imbattibile, campione d’Italia per la sesta volta).

Pallavolo: Formidabile annata per il volley maremmano che festeggia due promozioni. La prima è quella dell’Invicta Grosseto che si aggiudica il campionato di Serie B2 e sale di un gradino (L’Invicta torna in B1). Anno da incorniciare che per il Gao Orbetello che vince i play-off di Serie C e ottiene la promozione, concedendo il bis dopo la vittoria nella Coppa Lazio (Incredibile Gao, grande rimonta per la B2). La formazione lagunare si fa valere anche fuori dal campo, vincendo anche una battaglia sociale molto importante (Il Gao vince anche fuori dal campo, Matteo andrà in panchina).

Pattinaggio: C’è un po’ di Maremma in tutte le categorie, a partire dai risultati giovanili con un buon movimento sulla disciplina. Sul piano dei risultati, non passa inosservata la prestazione di Elena Donadelli ai campionati europei (Donadelli d’argento agli Europei).

Pugilato: Tanti eventi organizzati in Maremma per la crescita di questa disciplina che ha fatto sempre presa sul territorio. Sul fronte dei risultati pugili maremmani d’adozione si mettono in mostra al Guanto d’Oro. Vairo Lenti ottiene la vittoria in finale (Lenti si afferma nel Guanto d’Oro), mentre Cristina Grosu ottiene il secondo posto (Grosu si ferma in finale). Tra i giovani, invece, spiccano due campioni regionali (Erylmaz e Garcia Pozo vincono il titolo).

Tiro con l’arco: il 2015 è un anno di programmazione in vista del 2016. Grandi eventi sono attesi in Maremma (All’Argentario i campionati italiani) (A Scarlino gli italiani di Bowhunter). Porto Santo Stefano e Scarlino saranno quindi teatro di due grandi campionati italiani.

Triathlon: Crescono i finisher maremmani in grado di portare a termine i massacranti Ironman. Il movimento però, cresce anche nei risultati, soprattutto a livello giovanile con le sorelle Giada e Marica Romano. L’impresa, in tal senso, è sfiorata dalla più grande delle due ragazze che arriva ia piedi del podio in una competizione mondiale (Marica Romano sfiora l’impresa).

Vela: Anche in questo caso la Maremma si mette in luce come palestra naturale per le discipline legate al mare e al vento. Moltissimi gli appuntamenti organizzati sul nostro territorio, dal nord al sud del litorale, da Follonica per arrivare all’Argentario. L’evento principale del 2015 è il mondiale Snipe che viene ospitato a Talamone (Talamone al centro del mondo). Dal punto di vista sportivo, invece, prosegue il percorso verso l’Olimpiade da parte della grossetana Silvia Sicouri (Classi olimpiche: titolo per Bissaro e Sicouri nel Nacra17). Riconoscimento importante, infine, per la pluridecorata Alessandra Sensini (Ale Sensini nella Hall of Fame della vela).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.