Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dall’Unione dei Comuni alla geotermia, il sindaco Sani ripercorre i successi del 2015

Più informazioni su

CINIGIANO – «E’ impegnativo salutare un anno trascorso e accogliere il nuovo anno nel ruolo di sindaco. Per un piccolo, bellissimo, Comune come il nostro ogni realizzazione, ogni servizio alla comunità è una conquista che dà gioia». Romina Sani, sindaco di Cinigiano, saluta così il 2015. «Abbiamo messo a punto importanti azioni, i progetti di riqualificazione dei centri abitati, l’elisoccorso, la scuola senza zaino,  la bottega della salute ed il progetto sui migranti, abbiamo attivato nel nostro piccolo comune l’ambizioso progetto nazionale che consente di segnalare sulla propria carta d’identità la volontà di donare gli organi».

«Abbiamo avuto il coraggio, quando era necessario, di decidere e di prendere posizione, siamo usciti dall’Unione, ci siamo opposti alla geotermia anche in Parlamento a Roma – prosegue Sani -. Abbiamo in testa ancora molte cose da fare! L’agenda del sindaco è fitta di impegni e ricca di aspettative che mi auguro, almeno in parte di realizzare. Il 2016 sarà un anno di grandi novità per Cinigiano, a partire dall’apertura del Polo tecnologico di Borgo Santa Rita, destinato a diventare un centro di riferimento nazionale per la sperimentazione e l’innovazione tecnologica in alcuni settori strategici della chimica, meccanica, domotica e robotica, elettromeccanica e scienza della vita. Avrà al suo interno strumenti sofisticati, alcuni presenti solo qui da noi e in poche altre realtà d’Europa. Questo sarà senza dubbio un importante punto di svolta».

«L’Europa è più vicina di quello che sembra, le scelte di gestione associata delle funzioni ricadono sui territori. I cittadini cominciano ad acquisire questa consapevolezza, E tutti noi possiamo essere protagonisti interpretando al meglio le istanze dell’Europa e adattandole alla nostra realtà. Cinigiano ha solide radici, tradizioni importanti da tramandare. Conserviamole e custodiamole con scrupolo e fierezza ma ricordiamoci di sentirci sempre più cittadini del mondo. I confini non sono più quelli dei campanili, siamo nell’era digitale dove tutto è collegato. Con piglio e convinzione lavoreremo per garantire alle nuove generazioni la conoscenza e gli strumenti per raggiungerla – conclude Sani -. Buon Futuro a tutti voi cari cittadini».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.