Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le pagelle: Palumbo firma la doppietta, Maciucca ispira il pari

GROSSETO – Pareggio interno per il Grosseto che perde l’occasione di strappare il titolo di campione d’inverno.

LANZANO 5,5: E’ il protagonista dell’episodio che cambia il volo della partita. Difficile dire se ci siano delle effettive colpe perché l’interpretazione dell’arbitro scivola sul personale. Per il resto non deve compiere interventi particolari.

LIBUTTI 5,5: Manca del guizzo finale quando deve tirare. La sua giovane carta d’identità non gli consente lo step successivo e la sua prestazione, seppur positiva, rimane incompiuta.

MACIUCCA 6,5: Sbaglia poco o niente in fase difensiva. Per di più quando si catapulta in attacco trova il tiro che costringe Iali alla respinta corta che origina il gol del 2-2. Prestazione di spessore.

DIGIORGIO 6: Un po’ in affanno in avvio, quando deve prendere le misure a Musto. Con il trascorrere dei minuti prende per mano la squadra e dirige la difesa. Bene quando imposta la manovra dalle retrovie.

LAURIA 5,5: Perde subito un pallone sanguinoso a centrocampo, si riscatta nel corso del match, ma solo parzialmente. Chiude esausto con i crampi.

(NICHELE s.v.): Minuti di recupero che però potevano cambiare le sorti della partita con un colpo di testa che finisce alto da buona posizione.

SCHETTINO 6: Spostato sulla parte sinistra del terzetto difensivo è nel suo habitat naturale, ma l’impressione è che da centrale avesse un rendimento migliore.

(OLIVIERI s.v.): Ultimo quarto d’ora per vedere di agganciare il pareggio che infatti arriva.

LAVOPA 5,5: Tanta generosità, tanti falli subiti e quasi mai fischiati. Nel complesso però non sfonda come dovrebbe e la sua partita risulta faticosa.

VACCARO 6,5: Avvio dirompente, cambia passo alla squadra con le sue verticalizzazioni, poi viene risucchiato nel vortice dell’ansia con la squadra che fa la guerra all’arbitro e perde un po’ di lucidità.

PALUMBO 7: Insacca di testa il gol del momentaneo vantaggio dopo aver sfiorato l’affondo su invito di Vaccaro. A lui il Grifone si aggrappa nel momento di difficoltà. Fiducia ripagata, perché con un morbido tocco sotto conserva la freddezza per mettere dentro il pallone del 2-2.

ZOTTI 5: Non è lui, inutile girarci intorno. Viaggia a regime ridotto e quando l’agonismo sale, il talento non basta. Più volte rimontato in corsa, sembra frenato e l’impressione è che le gambe, dopo l’infortunio, non rispondano ancora al meglio.

DI GENNARO 6: Tanto lavoro sporco al servizio della squadra. Non sempre le sue sponde vengono raccolte. Bravo a dare battaglia là davanti, poi arriva il cambio.

(PATIERNO 6): Finisce imbottigliato nel traffico. Il Grosseto attacca a testa bassa, spesso per vie centrali, così lui fatica a trovare lo spazio giusto. Quando lo ottiene, con una bella accelerazione, trova Iali sulla sua strada.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.