Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Natale a sorpresa per Grosseto: alla città donate 27 opere, anche un Guttuso e uno Schifano

Sindaco Emilio Bonifazi: “Generosità incondizionata di una persona che vuole veramente bene alla città”. Assessore Stellini: “Impreziosiranno le Clarisse, nascente cuore culturale di Grosseto”

Più informazioni su

GROSSETO – Altre 27 opere d’arte pronte per essere donate al Comune di Grosseto. Un ulteriore passaggio è avvenuto in questi giorni nella Giunta comunale. A compiere questo gesto molto significativo sarà Tarquinio Tarquini, appassionato collezionista e proprietario di questo importante patrimonio culturale che andrebbe ad aggiungersi a quello di cui già dispone l’Amministrazione comunale, che vanta circa 350 pezzi tra cui alcuni particolarmente importanti come opere di Pascucci, Faccendi, Aldi e molti altri.

Quanto donato dal Sig. Tarquini comprenderebbe, tra il resto, dipinti del XIX e XX secolo, tra cui anche un lavoro di Renato Guttuso, e ancora Antonio Bueno, Alberto Sughi, Tano Festa e Mario Schifano.

“Una donazione di grande valore – la considera il Sindaco Emilio Bonifazi – dovuta esclusivamente alla generosità incondizionata di una persona che vuole veramente bene alla città senza nulla chiedere in cambio se non la garanzia che vengano trattate con la massima cura e collocate nella nascente Pinacoteca comunale. E noi rispetteremo rigorosamente le sue volontà”.

“Ormai sono centinaia i pezzi che impreziosiranno la Pinacoteca alle Clarisse – ha aggiunto l’assessore alla Cultura, Giovanna Stellini – che sta trasformandosi sotto gli occhi di chi sta allestendo quei tre piani rinati in via Vinzaglio. Diventeranno davvero il cuore culturale pulsante della città. Grazie a Tarquinio Tarquini per la sua generosità”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.