Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sospeso il taglio dei pini. «Ne vogliono abbattere 100». 5 Stelle: «Soluzioni alternative»

GROSSETO – Sarebbero cento gli alberi da tagliare lungo l’asse ferroviario urbano di Grosseto. La richiesta è arrivata da Rfi e a chiarire la vicenda è il Movimento 5 Stelle. «grazie al nostro intervento – dice Giacomo Gori, candidato a sindaco dei pentastellati – gli abbattimenti sono stati sospesi. Nella determina però abbiamo trovato che non sono solo 35 da tagliare, ma addirittura cento».

I 5 stelle propongono soluzioni alternative rispetto al taglio, ma soprattutto criticano l’atteggiamento dell’amministrazione e la «mancanza di impegno» da parte della giunta per evitare gli abbattimenti.

«Rfi ha chiesto al comune di tagliare i pini di via Caravaggio e non solo in base ad una norma del 1980. Ma nella norma è contenuta la possibilità di chiedere delle deroghe per particolari situazioni. E questo sarebbe il caso di Grosseto visto che per esempio gli alberi fanno parte del panorama urbano e del patrimonio ambientale della città».

I 5 stelle comunque non si limitano ad invitare la giunta nella richiesta della deroga, ma anche a proporre soluzioni tecniche.

«La nostra proposta – dice ancora Gori – è anche una provocazione, ma è per dimostrare che se si vuole le misure alternative al taglio si trovano».

«In quell’area di via Caravaggio per esempio – dice Francesca Amore – si potrebbe realizzare un tracciato ciclopedonale e gli alberi potrebbero essere messi in sicurezza con dei tiranti per evitare eventuali cadute».

Nel frattempo proprio in questi giorni è partita una raccolta di firme contro il taglio degli alberi. Una petizione promossa dai residenti di via Caravaggio contrari alle decisione prese dall’amministrazione comunale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.