La riscoperta della “Grosseto INedita” attraverso un portale web condiviso

Collaborazione tra Comune, NetSpring e Fondazione Grosseto Cultura. Assessore Ceccarelli: “Un grande potenziale di tracce non scontate del passato a disposizione di tutti”

Più informazioni su

GROSSETO – La riscoperta di una “Grosseto INedita” è stata l’oggetto della presentazione di questa mattina relativa alla nuova iniziativa per il turismo grossetano organizzata da Comune, Società Netspring e Fondazione Grosseto Cultura. Hanno partecipato, oltre all’assessore comunale all’Innovazione e al Turismo, Luca Ceccarelli, Claudia Gennari e Luana Barbato per la Fondazione e Sara Ferri per Netspring.

E’ dunque nato un portale web (“Grosseto INedita”) dove pubblicare e condividere immagini, documenti, luoghi e aneddoti di Grosseto e della sua storia a partire dal XIX secolo; materiale privato che può diventare prezioso patrimonio comune.

“Una serie di tracce del passato – ha spiegato l’assessore al Turismo, Luca Ceccarelli – che potrebbe raggiungere livelli imponenti, mettendo a disposizione di tutti, liberamente e gratuitamente, un percorso storico e culturale molto suggestivo e spesso meno scontato di quello tradizionale”.
Secondo il Presidente della Fondazione Grosseto Cultura, Loriano Valentini, si tratta di: “(…) un lavoro culturale utile a rappresentare Grosseto sotto vari aspetti: quelli più antichi e sicuramente i più conosciuti insieme a quelli più recenti e del nostro tempo. Un lavoro utile per i turisti ma anche per i nostri cittadini”.

Successivamente agli invii da parte dei cittadini e delle associazioni, una mappa georeferenziata costruita da Netspring gestirà infatti il materiale pubblicato come delle vere e proprie segnalazioni, creando percorsi turistici e culturali del territorio, ognuno con la propria storia. La fondamentale opera di selezione e valutazione dei contenuti è affidata alla Fondazione Grosseto Cultura.

Più informazioni su

Commenti