Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’Argentario ricorda Don Pietro Fanciulli e inaugura il centro studi

Più informazioni su

MONTE ARGENTARIO – Sarà inaugurato domenica 20 dicembre con una serie di manifestazioni che occuperanno l’intera mattinata, il Centro Studi intitolato a don Pietro Fanciulli, indimenticato sacerdote e studioso che ha lasciato una segno indelebile in tutta la comunità.

Il programma prevede alle ore 10.00 nella sala consiliare del Municipio di Porto Santo Stefano un incontro con le autorità per ricordare la figura di monsignor Fanciulli ed il conferimento della presidenza onoraria del Centro al professor Ettore Zolesi.

Quindi, alle ore 12.00 i presenti si trasferiranno nella sede del centro studi in via Scarabelli, presso l’ex Asilo Cuniberti, per la benedizione e l’apertura ufficiale della sede.

Mons. Fanciulli sarà ricordato anche mercoledì 30 dicembre, nel terzo anniversario della scomparsa, alle ore 8.30 nella chiesa dell’Immacolata verrà celebrata un Santa Messa ed alle 9.30 si terrà presso il cimitero di Porto Santo Stefano una cerimonia commemorativa.

Giunge così al coronamento l’intenso lavoro dell’amministrazione comunale di Monte Argentario che ha dovuto, una volta accettata la donazione da parte degli eredi, trovare un locale idoneo alla sistemazione dell’ingente archivio di volumi, appunti e documenti del sacerdote santostefanese. Un lavoro di cui si è fatto carico l’assessore Fabrizio Arienti che adesso vuole ringraziare “il sindaco Arturo Cerulli  – precisa – che mi ha affidato l’organizzazione, gli eredi Fanciulli per la donazione fatta all’amministrazione comunale di tutta la biblioteca di don Pietro, l’ufficio sport che mi ha aiutato prima per la donazione, poi per lo spostamento dei libri e per preparare gli atti da portare in consiglio comunale per creare la nuova associazione, l’ufficio lavori pubblici e tutti coloro che hanno collaborato alla creazione la nuova sede del Centro Studi “don Pietro” ed il professor Gualtiero Della Monaca, presidente dell’associazione, tutto il consiglio direttivo e il comitato scientifico”.

L’intero patrimonio custodito in via Scarabelli sarà dunque a disposizione della comunità che potrà consultarlo per approfondire, o scoprire nel caso dei più giovani, l’opera del don Pietro letterato, matematico e ricercatore delle usanze e delle tradizioni locali.
E’ inoltre intenzione dell’associazione appena costituita allestire eventi culturali e realizzare altri progetti tra i quali mostre, conferenze ed anche un periodico.
Il tutto a cura di volontari che terranno aperto il Centro quasi tutti i giorni, in date ed orari che verranno comunque definiti subito dopo le Feste di Natale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.