Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Quarto polo, Gente di Grosseto si defila: «Prima i progetti, poi il candidato»

GROSSETO – «Come civica, sicuramente neofita per la corsa elettorale ma non per il percorso associativo e politico che ci vede presenti nella città ormai da due anni, avevamo iniziato con i migliori propositi un percorso di condivisione con altre liste civiche, crediamo, infatti, nella libertà di perseguire progetti e idee a favore della città e dei suoi cittadini e questo a prescindere dalle appartenenze politiche e dai limiti imposti dalle logiche nazionali dei partiti. Noi di Gente di Grosseto siamo per un laboratorio d’idee e non per una macchina elettorale alla ricerca di un candidato, né tantomeno per partecipare a tutti i costi a quelle dinamiche politiche che hanno stancato prima di tutto i cittadini». E’ questa la presa di posizione della civica Gente di Grosseto.

«Non abbiamo firmato l’appello del così detto quarto polo fatto a Lamioni, non certo per una mancata stima nella figura di Giovanni, cui auguriamo, qualora accettasse, ogni soddisfazione personale e politica che merita, ma perché non possiamo scegliere un candidato prima ancora di aver sviluppato i nostri progetti per Grosseto e di quello che vogliamo fare per la città e per i suoi abitanti», aggiungono.

«In una città dove le più grandi aziende sono la Asl e le Forze Armate, dove il turismo che seppur trainante non riesce a sfruttare l’enorme potenziale del territorio e del clima che lo circonda e dove il commercio e l’edilizia segnano continuamente rosso, non possiamo più permetterci di esaminare i candidati prima che i progetti e i programmi, faremo esattamente quello che stanno facendo i partiti», precisano ancora.

«Il nostro candidato ideale sarà chi sposa la nostra filosofia, fatta di concretezza e non di allarmismi emozionali o di promesse d’intenti – conclude il presidente di Gente di Grosseto Leonardo Culicchi -. Lavoro e produttività queste sono le parole d’ordine della nostra campagna elettorale per Grosseto e nel nostro piccolo siamo certi di sapere come dare un importante contributo. Non siamo in politica per partecipare alle grandi manovre, siamo qui per fare il nostro dovere civico».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.