Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Luminarie e polemiche, Cerciello: «Se Ascom vuole, può anticipare i 50mila euro»

GROSSETO – «Le luminarie natalizie verranno accese come tutti gli anni a partire dall’8 dicembre, tradizionale inizio del periodo festivo. Ogni anno la stessa polemica, oltretutto da chi non mette un euro. La corrente per il centro storico la paga infatti l’amministrazione comunale, forse un caso più unico che raro in Italia, e la quota per l’installazione delle luminarie se la dividono invece i commercianti». E’ un intervento deciso quello dell’assessore comunale Emanuel Cerciello in risposta all’associazione di categoria Ascom.

«L’associazione di categoria in questione, che pontifica su presunti ritardi che, ripeto, non ci sono stati, può decidere la data di accensione semplicemente contribuendo. Se pagasse almeno la corrente, per esempio, potrebbe accedere le luminarie natalizie anche ad agosto, per quanto ci riguarda. I quasi 50mila euro di questa spesa a carico del Comune potrebbero essere destinati certamente ad altre iniziative – aggiunge -. Molte realtà commerciali in città si pagano la corrente delle luminarie da sole e accendono quando preferiscono. Il Comune intende continuare a pagare la corrente elettrica per contribuire a valorizzare il centro storico e, d’accordo con i commercianti, continuare ad accendere l’8 dicembre. Se l’Ascom vuole cambiare le date può sostituirsi al Comune anche domani».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.