Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Santa Fiora, pronto il piano neve. Ecco il numero per le emergenze

Il sindaco Federico Balocchi: “Il numero fondamentale che la popolazione deve tenere bene a mente per segnalare pericoli ed emergenze è lo 0564 965325 che corrisponde al Centro operativo comunale”

SANTA FIORA – Il Comune di Santa Fiora è pronto con il Piano neve: un piano di intervento che stabilisce azioni e strategie per fronteggiare le precipitazioni nevose, in sinergia con l’Unione dei Comuni e con i cittadini.

“La neve è un evento naturale che non deve far paura – afferma il sindaco Federico Balocchi – l’importante è essere ben organizzati per imparare a conviverci ed alleviarne il più possibile l’impatto sulla vita della comunità. Questo è l’obiettivo del piano: prevedere e coordinare tutte le azioni che consentono di garantire la circolazione stradale, assicurare i servizi essenziali e proteggere la popolazione. Il buon esito delle azioni ovviamente dipende dalla collaborazione dei cittadini. Per questo abbiamo predisposto una campagna informativa con la distribuzione di 3mila opuscoli in cui viene spiegato il Piano in pillole, interventi, strategie e indicazioni su come si devono comportare i cittadini per prevenire situazioni di pericolo e  garantire la celerità delle azioni. Provvederemo a dare massima diffusione del piano anche sulla pagina facebook e sul sito internet del Comune. Una raccomandazione per chi viene in montagna d’inverno: avere pneumatici da neve o catene in automobile e un abbigliamento appropriato per far fronte alla neve”.

Il piano è articolato in 3 fasi: prima, durante e dopo la nevicata. La fase 1, di monitoraggio delle condizioni atmosferiche, si attiva ogni volta che le previsioni meteo, fornite dalla protezione civile e da stazioni meteo accreditate, annunciano possibili nevicate. Da quel momento entra in funzione il Centro operativo comunale di protezione civile (C.o.c). La fase due, quando la neve ha raggiunto i 5 centimetri di altezza, prevede l’intervento dei mezzi scansaneve e del personale. Primo obiettivo garantire la percorribilità delle strade. Il risultato degli interventi dipende dall’intensità e dalla durata della nevicata. La viabilità è stata analizzata e mappata in modo da ottenere una graduatoria delle priorità ed organizzare l’intervento dei mezzi appropriati in ciascun luogo.

I primi interventi riguardano le strade ad alta densità di traffico, interessate dal trasporto pubblico  – autobus e mezzi di emergenza –  le arterie di collegamento con le strutture socio sanitarie, quelle fondamentali per l’uscita di mezzi di pubblica sicurezza. Particolare attenzione sarà prestata all’accesso ad edifici pubblici, strutture sanitarie e  scuole. Nella fase 2 vengono attivati anche tutti gli interventi necessari per garantire l’incolumità dei cittadini: il controllo dei pericoli derivanti dai crolli per l’accumulo di neve sugli alberi o sui tetti; l’eventuale chiusura delle scuole, l’aiuto alle persone ammalate o in difficoltà. Nella fase 3, dopo la nevicata, il pericolo è rappresentato dalla possibile formazione di ghiaccio. Fin dalle prime ore del mattino entreranno in funzione i mezzi spargisale sulle strade urbane.

Il numero fondamentale che la popolazione deve tenere bene a mente per segnalare pericoli ed emergenze è lo 0564 965325 che corrisponde al Centro operativo comunale attivo fin dalla fase 1.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.