Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Baratto amministrativo, un altro comune lo approva. Le tasse si “pagano” con il lavoro

GAVORRANO – Dopo Roccastrada il baratto amministrativo sbarca anche a Gavorrano. Il consiglio comunale ha approvato nell’ultima seduta il regolamento che per l’istituzione e la gestione del volontariato civico e della cittadinanza attiva che contiene anche le disposizione per l’applicazione del baratto amministrativo.

L’atto prevede infatti che in caso di difficoltà nel pagamento delle tasse comunali, i cittadini possano prestare al Comune il loro contributo in termini ad esempio di piccole manutenzioni o della cura del verde pubblico o del decoro urbano. “Con il “baratto amministrativo” – si legge nel regolamento – l’Amministrazione Comunale intende attuare le disposizioni che prevede la normativa consentendo ad una parte di contribuenti che si trovano in difficoltà economiche di poter assolvere al mancato pagamento dei tributi già scaduti mediante una loro prestazione di pubblica utilità indirizzata agli interventi individuati dall’Amministrazione stessa nel territorio comunale”.

«È un importante atto innovativo – dice l’assessore Daniele Tonini – con un altissimo valore sociale che cerca di andare a favore delle fasce di popolazione più disagiate che non ce la fanno a pagare i tributi comunali. In questo provvedimento c’è il principio di sussidiarietà che sta alla base del regolamento cittadinanza attiva volontariato civico che darà modo ai cittadini di dare una mano a mantenere il verde pubblico per esempio con eventuali sconti sui tributi o riconoscimenti vari come targhe o menzioni pubbliche».

Ecco il regolamento in versione integrale: LINK

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.