Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Una Fiorentina che non ti aspetti. L’analisi del campionato dei Viola

Più informazioni su

Il campionato 2015-2016 della Fiorentina è iniziato nel migliore dei modi. La squadra guidata da Paulo Sousa sta sorprendendo tutti gli addetti ai lavori, anche se adesso, dopo 14 partite, c’è chi inizia a mormorare di disappunto. Sì, perché noi appassionati di calcio siamo fatti così: iniziamo non scommettendo un euro sul buon andamento di una squadra; poi, quando inizia a giocare alla grande ci esaltiamo; e infine, dopo 3 pareggio consecutivi, proviamo la più profonda delle delusioni.

La realtà è che la Fiorentina di Paulo Sousa è attualmente la migliore degli ultimi 14 campionati, comprese quelle annate in cui al timone dei Viola c’erano Prandelli e Montella e che sono rimaste negli annali e nei ricordi dei tifosi viola. I 29 punti della Fiorentina la proiettano al terzo posto in classifica, con un buon vantaggio su squadre come Juventus e Roma, costruite per ben altro campionato. Senza dimenticare che la capolista Napoli è a soli 2 punti di distacco e con un campionato ancora da giocare.

Occorre certamente stare con i piedi per terra, perché siamo all’inizio della stagione e la classifica si sta delineando ma non è ancora spezzata in due come in passato. Tutto ciò rende il campionato molto più attraente perché, a differenza delle ultime 4 stagioni, finalmente non c’è un unico padrone.

In questa situazione la Fiorentina può sperare di mantenere viva la speranza di poter ambire quantomeno ad una qualificazione ai preliminari di Champions, ma, chissà, se le cose dovessero restare così equilibrate, che non riesca a puntare ancora più in alto. Tuttavia bisogna volare bassi, perché una classifica così corta può portare anche molto in basso nel giro di poche partite.

Ed è per questo che la Fiorentina, dopo i due pareggi consecutivi contro Sassuolo ed Empoli, deve tornare alla vittoria contro l’Udinese domenica prossima, ma soprattutto contro la Juventus in trasferta tra due settimane, una impresa che gli esperti di scommesse sulla serie A di Bet365 vedono alla portata dei ragazzi di Paulo Sousa.

In ottica futura, se analizziamo attentamente il rendimento della squadra, non si può non sottolineare quanto il gioco di Sousa sia da un lato molto efficace, ma dall’altro anche molto dispendioso. Non è un caso che il tecnico portoghese stia facendo girare molto e molto bene (con qualche rara eccezione, ammessa da lui stesso) tutta la rosa a disposizione.

Però, così facendo, se la squadra non è al massimo della condizione, rallenta la circolazione della palla e gli avversari prendono campo, come accaduto contro il Sassuolo. Contro gli emiliani infatti il pressing non è stato collettivo ad un certo punto e la squadra si è allungata, lasciando spazi pericolosi. A questo si aggiunge un Rossi che non è ancora al top. Per quanto riguarda Pepito, infatti, Sousa si trova davanti a un bivio: o schierarlo tra le linee, dove rende meglio, aspettando uno stato di forma più consono e centellinando le sue presenze; oppure continuare a schierarlo da punta centrale, ma rischiando di più sul piano tattico.

Sulla base di queste considerazioni, la società deve dare un segnale a gennaio circa le ambizioni di quest’anno: dal mercato invernale serviranno innesti per garantire valide alternative in rosa, altrimenti si dovrà necessariamente scegliere tra coppa e campionato e accettare di buon peso un eventuale calo fisico e di rendimento della squadra.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.