Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Consiglio provinciale, Cgil: «Bene il bilancio, ma terremo d’occhio i sindaci»

Fiacchi: «finalmente approvato l’assestamento di bilancio della Provincia. Ma non finisce qui: i sindaci non avranno più alibi e la Cgil monitorerà il loro impegno in ogni prossimo consiglio provinciale»

Più informazioni su

GROSSETO – Il consiglio provinciale dopo essere saltato per mancanza del numero legale, oggi riunito in seduta straordinaria ha approvato l’assestamento di bilancio.

«L’assestamento di bilancio della Provincia – dice Cinzia Fiacchi della Funzione Pubblica della Cgil – è stato alla fine votato, ma i sindaci devono sapere che non potranno più abusare del senso di responsabilità dei lavoratori. Aver fatto saltare il consiglio provinciale del 30 Novembre, infatti, ha trasformato una scadenza tecnica in un problema politico. E d’ora in poi non ci saranno più alibi a comportamenti omissivi o di sottovalutazione che mettono a rischio il futuro dei dipendenti della Provincia».

«Stamani nella sala del consiglio erano presenti una quindicina di lavoratori iscritti alla Cgil, che hanno partecipato chiedendo un permesso lavorativo temporaneo personale. Da oggi la Cgil presidierà ogni consiglio provinciale, verificando l’impegno che i sindaci metteranno nell’affrontare i temi amministrativi che interessano la Provincia. Questo, sia per tutelare i 250 lavoratori il cui destino è stato messo in pericolo da una “riforma” approssimativa e inefficace, sia per garantire cittadini e imprese utenti di servizi determinanti per la qualità della vita: dalla viabilità alla pianificazione territoriale, dall’edilizia scolastica allo sportello unico per le attività produttive».

«Stamattina l’assemblea dei sindaci ha chiuso i lavori in meno di un’ora, a dimostrazione dell’imbarazzo per quanto era avvenuto lunedì 30 Novembre. Come Cgil pensiamo che quell’imbarazzo sia più che giustificato, ma non siamo disposti ad accettare che a livello politico qualcuno pensi di potersi disimpegnare contando sull’acquiescenza di lavoratori stremati da una grottesca strategia del Governo. È bene che tutti quanti ne siano consapevoli».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.