Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Riparte la scuola di formazione per tecnici di eccellenza nell’agroalimentare

Più informazioni su

GROSSETO – L’agroalimentare riparte a Grosseto con la scuola biennale post diploma per formare 24 tecnici altamente specializzati tra i 18 e i 30 anni. E’ l’Istituto Tecnico Superiore EAT (Scuola speciale di tecnologia di Eccellenza agroalimentare toscana), con il supporto dell’Istituto Leopoldo II di Lorena, che propone il progetto di attività formativa cofinanziato dalla Regione Toscana grazie ai fondi europei.

Adesso è quindi possibile iscriversi, entro e non oltre le 12.30 del prossimo 10 dicembre, semplicemente inviando una raccomandata A/R (non fa fede la data di spedizione) o consegnando personalmente il materiale (anche altre certificazioni formative) presso la sede della Fondazione ITS E.A.T. di via Giordania 227 o, ancora, inviando la stessa documentazione all’indirizzo di posta elettronica certificata its.eat@pec.it o all’indirizzo di posta elettronica grosseto@fondazione-eat.it. Nella stessa sede si terrà la prova di selezione (test e colloquio) tra le persone che avranno fatto la domanda e poi i 24 ammessi potranno frequentare il corso (quota 500 euro), che si concluderà con un esame finale nel novembre 2017.

“E’ una straordinaria opportunità per tutto il territorio maremmano – ha commentato il sindaco e presidente della Provincia, Emilio Bonifazi – una vera e propria svolta che ci rende protagonisti dell’eccellenza agroalimentare toscana a livello internazionale. Saremo in grado di formare da noi gli esperti – ha proseguito –  che sapranno valorizzare la qualità degli alimenti e promuovere i prodotti tipici locali e, più in generale, quelli del made in Italy. E non è un caso – ha concluso – che avremo anche, a Rispescia, la sede del Polo Agroalimentare regionale”.

La Fondazione raccoglie decine di soggetti (7 agenzie formative, 4 università, 7 tra istituzioni e ordini professionali, 12 istituti scolastici e 24 tra imprese e consorzi) e garantisce un contatto diretto con il mondo del lavoro. Delle 2000 ore di corso per ottenere il rilascio dello specifico diploma tecnico superiore (valido in tutta la comunità europea e anche parificato al praticantato per l’esame di stato di perito agrario), ben 800 saranno infatti di stage in azienda.

Per ulteriori informazioni, l’avviso di selezione e i moduli da compilare è possibile visitare il sito della Fondazione E.A.T. fondazione-eat.it/. O anche contattare il numero 329-5608164 o 327-7831925. Previsto inoltre un incontro informativo/orientativo che si terrà presso la sede dell’Istituto Leopoldo II di Lorena mercoledì 25 novembre, dalle ore 16.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.