Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dipendenti pubblici pronti allo sciopero. Assemblea generale venerdì

Dipendenti pubblici dei diversi comparti in assemblea alla Camera di commercio per preparare lo sciopero generale del 28 Novembre. Cgil Cisl e Uil compatte per il rinnovo del contratto. Venerdì 20 alle 12.00

Più informazioni su

GROSSETO – I lavoratori grossetani del pubblico impiego in assemblea per preparare lo sciopero generale del comparto che si terrà il prossimo 28 Novembre. A promuoverla Fp Cgil, Cisl fp, Uil Fpl e Uil Pa.

L’appuntamento è per venerdì 20 novembre alle ore 12.00 nella sala contrattazione della Camera di Commercio, dove Roberto Carletti (segretario regionale Fp Cgil), Marco Bucci (segretario regionale Cisl Fp), Enrico Ponti (presidente nazionale Uilpa) e Francesco Nardi (segretario provinciale Fp Cgil), esporranno le ragioni a sostegno della vertenza per il rinnovo dei contratti nazionali di lavoro.

«In anni di blocco dei contratti nazionali – spiegano in una nota i tre Sindacati confederali –  della carriera e di ogni forma d’incremento della retribuzione, nei quali il personale che è cessato dal servizio non e stato sostituito con nuove assunzioni, la spesa della pubblica amministrazione è complessivamente cresciuta, nonostante il costo dei dipendenti sia diminuito.

Oggi il Governo, solo perché costretto dalla magistratura, si presenta al tavolo del rinnovo dei contratti con risorse assolutamente insufficienti al riconoscimento della dignità del lavoro».

«Cgil, Cisl e Uil – sottolinea Francesco Nardi, segretario provinciale Fp Cgil – dicono no alla mancia del Governo e rivendicano il diritto ad un contratto vero e dignitoso con spazi e risorse per la contrattazione integrativa, un aumento medio di 150 Euro, il recupero di quanto perso a causa del blocco di produttività e professionalità, flessibilità previdenziale in uscita e riconoscimento dei lavori usuranti, incentivi alla previdenza integrativa».

Per questo il prossimo 28 novembre ci sarà a Roma la manifestazione nazionale di tutto il pubblico impiego per far sentire forte la voce di chi con il proprio lavoro, nonostante i tagli, fa funzionare i servizi a chi da troppo tempo non la vuole ascoltare.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.