Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Leggere ad alta voce nelle scuole: a Castiglione lo fanno anche gli assessori

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – Leggere ad alta voce aiuta a seguire il proprio pensiero, ad esprimersi correttamente e a imparare l’uso della punteggiatura. Questi sono solo alcuni degli aspetti del “bello” di leggere. Un’attività questa che è diventata il fulcro di un progetto dal nome “Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole” promosso dal Centro per il libro e la lettura della Direzione generale per lo studente in collaborazione con l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani realizzata grazie ad un protocollo d’intesa fra il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e il Ministero dell’istruzione dell’università e della ricerca a cui ha aderito anche il Comune di Castiglione della Pescaia unitamente al suo plesso scolastico. L’iniziativa, che ha coinvolto le classi di 1° e 2° media, la 3°, 4° e 5° del plesso elementare di Marina e tutte e dieci le classi della scuola elementare castiglionese, si svolgerà con una serie di appuntamenti che, insieme ai giovani studenti, promettono di coinvolgere anche gli amministratori comunali: a leggere ad alta voce sono stati chiamati infatti il vice sindaco Elena Nappi e l’assessore alle politiche culturali Federico Mazzarello che hanno accettato con grande interesse ed entusiasmo.

“Abbiamo aderito – spiega Nappi -, perché crediamo fortemente nel valore formativo e culturale della lettura. I nostri ragazzi, che sono sempre più a stretto contatto con la tecnologia, tendono a perdere gradualmente il piacere di sfogliare un libro o di leggere una fiaba ad alta voce. E per dare il buon esempio, ci siamo impegnati in prima persona, girando classe per classe, a leggere brani tratti ora dai libri di Calvino ora dalle raccolte di letteratura tradizionale, per dimostrare che anche i grandi leggono e lo fanno ad alta voce. Il prossimo appuntamento? Siamo stati invitati a scambiarci di posto: i ragazzi leggeranno e noi amministratori faremo da ascoltatori”.

“Questo scambio formativo tra alunni e amministratori stringerà ancora di più il rapporto che c’è tra Comune e scuola – dice Mazzarello -. L’iniziativa darà la possibilità agli alunni di conoscere i loro amministratori e contemporaneamente di avere una figura autorevole che sottolinei l’importanza della lettura. Inoltre, gli insegnanti aderenti al progetto riceveranno un attestato di partecipazione e faranno parte della selezione che consentirà ai plessi scolastici di vincere 50 premi in libri. Buona lettura a tutti!”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.