Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Piano di protezione civile: a Orbetello parte il confronto con la popolazione

Iniziano le riunioni con le forze dell’ordine, la scuola, il volontariato. A breve saranno organizzati gli incontri con i nuclei familiari

ORBETELLO – Un piano di protezione civile per funzionare bene deve essere conosciuto e applicato da tutte le componenti della comunità. Ogni pompiere, ogni poliziotto, ogni volontario deve sapere quali sono le proprie responsabilità, i propri compiti. Ogni cittadino, ogni nucleo familiare deve sentirsi soggetto attivo di quel Piano.

Ecco perché il Comune di Orbetello ha avviato una serie di incontri con tutte le componenti della comunità locale, in modo che ognuno sappia come comportarsi per affrontare nel modo corretto e più sicuro l’emergenza. I primi incontri hanno coinvolto il personale del Comune, poi i vertici della Asl ed i responsabili del servizio veterinario; i rappresentanti delle scuole, per parlare dei piani di evacuazione e delle ordinanze sindacali sulla chiusura delle scuole; tutte le forze armate del territorio, dalla forestale, alla capitaneria di porto, dai vigili del fuoco, alla polizia stradale. Il mondo del volontariato. Nei prossimi giorni saranno calendarizzati gli incontri dedicati ai nuclei familiari, partendo dalle famiglie che abitano nella zona del rischio idraulico.

“Il nostro è un Piano di protezione civile complesso e articolato  – commenta Monica Paffetti, sindaco di Orbetello –  estremamente concreto e flessibile, in grado di adattarsi alle diverse situazioni. Sappiamo quanto sia importante il coinvolgimento attivo della popolazione. Ogni cittadino deve conoscere il piano, deve sentire l’esigenza di informarsi per tutelare se stesso e il resto della comunità. Il Comune mette a disposizione della popolazione una serie di occasioni per farlo. Negli incontri dedicati alla popolazione spiegheremo come collaborare per vigilare sul territorio, chi avvisare in caso di emergenza, quali sono i luoghi più sicuri e i punti di raccolta in caso di emergenza, come collaborare con i soccorritori. Un altro elemento importantissimo è il volontariato: il Comune ha preso accordi con la Misericordia di Albinia per avere a disposizione dei volontari che nella fase di allerta vigilino sul territorio. Inoltre abbiamo messo in bilancio 50mila euro, una somma da avere subito a disposizione in caso di emergenza. Contemporanemente il Comune sta collaborando con la Prefettura per l’organizzazione dei centri sovracomunali di Protezione civile: in questo livello organizzativo, Orbetello potrebbe essere il punto di riferimento per  una parte dei comuni  della zona sud della provincia.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.