Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Giallo di via Sauro, scarcerazione: si attende la risposta del tribunale

Più informazioni su

FIRENZE – Il tribunale del riesame di Firenze si è riservato di decidere. Oggi infatti si è svolta l’udienza in cui gli avvocati di Giuseppe Di Gioia, Sabrina Pollini e Alessia Ceraolo, l’uomo accusato della morte della madre, nella sua casa di via Sauro, hanno chiesto di riesaminare il provvedimento che ne ha disposto la custodia in carcere.

All’udienza era presente lo stesso Di Gioia, che ha ribadito la propria innocenza e anche di sentirsi in colpa per la reazione anomala che ha avuto dopo la morte della mamma. L’uomo, lo ricorderete, è accusato della morte di Donata Muccio, morte che sarebbe avvenuta al culmine di un acceso litigio. I gioielli della mamma erano poi stati nascosti dall’uomo sul tetto della casa. Di Gioia, mettendo la casa a soqquadro, aveva così inscenato un furto ai danni della donna.

Gli avvocati hanno parlato per un’ora e mezzo, ripercorrendo la vicenda, «Abbiamo chiesto la scarcerazione visto che non ci sono indizi di colpevolezza né esigenze cautelari» afferma l’avvocato Pollini. «Le risultanze medico legali del nostro perito non hanno rilevato segni di aggressione o da soffocamento, ma solo da caduta». Anche alcune dichiarazioni spontanee rilasciate dall’uomo sarebbero, secondo gli avvocati, inutilizzabili perché rilasciate senza avvocato quando l’uomo era già indagato.

«Anche le documentazioni bancarie che sono state trovate a casa del nostro assistito non evidenziano debiti non pagati e neppure recupero crediti» conclude Pollini che vede così affievolirsi l’ipotesi che il litigio fosse avvenuto a causa di una richiesta di soldi fatta alla madre per sanare alcuni debiti dell’uomo.

Sulle richieste degli avvocati (la scarcerazione o in subordine, l’obbligo di firma o infine i domiciliari) il tribunale delle Libertà di Firenze si è riservato e si è preso sino a venerdì per decidere.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.