Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

#laRegioneinComune, Marras a Castell’Azzara: «Un progetto per l’economia dell’Amiata»

CASTELL’AZZARA – L’appuntamento con #laRegioneinComune, ciclo di incontri con i sindaci della provincia di Grosseto del capogruppo PD in Regione Toscana, questa settimana si è svolto a Castell’Azzara dove Marras, oltre all’amministrazione comunale, ha incontrato alcuni rappresentanti dei lavoratori di Floramiata e Nuova Rivart.

“Stiamo vivendo una crisi disastrosa che investe tutto il territorio amiatino – ha esordito Fosco Fortunati, sindaco di Castell’Azzara –. Le imprese della Val di Paglia che, negli ultimi trent’anni, hanno dato lavoro a tanti nostri concittadini adesso si trovano in una situazione molto difficile, aggravata ulteriormente da un sistema viario gravemente compromesso che rende ancora più complicato raggiungere la nostra zona. È necessario mettere in campo un progetto di ristrutturazione e valorizzazione generale, non possiamo più aspettare”.

“La condizione che vive oggi l’Amiata – spiega Marras – è comune ad altre zone interne della Toscana: crisi economica e sociale, stallo dello sviluppo produttivo. Ovviamente non è generalizzabile e se ne possono riconoscere molte sfumature, ma è sicuramente molto seria e come tale va affrontata. La Regione Toscana presenterà entro il 2015 un Piano di Sviluppo della Montagna, all’interno del futuro Piano Regionale di Sviluppo, dobbiamo riuscire a sfruttare al meglio le risorse disponibili per avviare una seria programmazione di rilancio del territorio.

Un altro fattore che accomuna l’Amiata ad altre zone interne della Toscana, come la Val di Cecina, è la geotermia. La presenza, cioè, della risorsa calore, che può rappresentare un valore importante per la filiera produttiva delle imprese, consentendo loro di essere competitive rispetto ad aziende dello stesso settore che operano in altre aree. È necessario, dunque, fare il modo che i gestori della geotermia abbiano un ruolo più attivo sul territorio e garantire, da parte delle istituzioni, una maggiore attenzione per le aree geotermiche e, in generale, più deboli”.

“Ai lavoratori attualmente fuori dalle aziende – conclude Marras – che chiedono risposte immediate e concrete posso dire che non abbasseremo la guardia. Con i consiglieri Bezzini e Scaramelli abbiamo presentato un’interrogazione alla Giunta su Floramiata e la risposta del presidente Rossi è stata veloce e positiva; continueremo a fare il possibile perché si superi al più presto questa difficile situazione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.