Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I bambini delle elementari danno il buon esempio: pulito il parco giochi fotogallery

GROSSETO – Sono circa cinquanta gli studenti della scuola primaria di viale Einaudi che hanno ripulito, insieme ai volontari di Legambiente, il parco giochi di viale Einaudi e il giardino della scuola. L’attività, organizzata da Legambiente e Comune di Grosseto in occasione della 23esima edizione di Puliamo il mondo, ha ripreso per il secondo anno consecutivo l’iniziativa “100 parchi per giocare” che ha l’obiettivo di controllare e tenere sott’occhio i parchi giochi di Grosseto, grazie anche alle segnalazioni dei cittadini sul degrado urbano. Proprio per questo è stata creata lo scorso anno la pagina facebook “100 parchi per giocare”.

«La lotta ai rifiuti e la tutela ambientale – ha spiegato Angelo Gentili, della segreteria nazionale di Legambiente – passa attraverso la riduzione dello spreco e la raccolta differenziata. Sono le buone pratiche e i comportamenti sostenibili che adottiamo quotidianamente ad aiutarci a difendere l’ambiente, e questi valori devono essere trasmessi agli studenti e a tutte le giovani generazioni. La partecipazione civica, la raccolta differenziata spinta e uno stile di vita ecosostenibile sono i punti di forza di Puliamo il mondo, e possono dare il via a quel cambiamento che produce bellezza e che ci auguriamo renda la Maremma sempre più un distretto da imitare».

«Il Comune di Grosseto continua nel suo impegno per l’educazione ambientale. Non esistono stagioni – ha detto Giancarlo Tei, assessore all’Educazione ambientale del Comune di Grosseto – per sostenere buone pratiche a favore della natura e del rispetto del decoro urbano e del paesaggio. Per questo, ancora una volta, sposiamo con piacere l’iniziativa Puliamo il mondo di Legambiente, che ci offre una nuova occasione per coinvolgere le scolaresche e diffondere così, ulteriormente, la cultura ambientale tra i più piccoli e di conseguenza tra le famiglie coinvolte attraverso la scuola in questo progetto. L’educazione e la formazione sono ormai imprescindibili per seminare la giusta consapevolezza della necessità di un approccio più sano e rispettoso per ciò che ci circonda».

La mattinata è cominciata con l’arrivo degli alunni della scuola elementare al parco giochi di viale Einaudi e dopo una breve spiegazione su come valorizzare e curare gli spazi verdi cittadini, i ragazzi si sono infilati i guanti e hanno cominciato a raccogliere i rifiuti. Ripulito il parco l’attività è continuato nel giardino della scuola. Alla mattinata hanno partecipato anche Angelo Gentili, della segreteria nazionale di Legambiente e Giancarlo Tei, assessore all’Educazione ambientale del Comune di Grosseto. In tutta Italia sono oltre 1700 i comuni che hanno aderito alla campagna nazionale di Legambiente ripulendo dai rifiuti abbandonati i parchi e le aree urbane. Quest’anno Legambiente mette a disposizione, fino a esaurimento, un kit gratuito (guanti, cappellini e pettorine per 50 studenti) per la pulizia di giardini e parchi. Per informazioni: educazione ambientale@festambiente.it.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.