Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ecoscambio: ecco come i rifiuti che non ti servono più diventano “preziosi”

Assessore Giorgieri: «martedì 3 novembre riparte il servizio eco scambio, localizzato sempre vicino all’isola ecologica di via Amendola: ecco gli orari e i giorni di apertura»

Più informazioni su

GROSSETO – Martedì 3 novembre riparte il servizio ecoscambio dedicato ai cittadini follonichesi.

Il servizio, nato da un programma della Regione Toscana per la riduzione dei rifiuti, si svolge all’interno dell’isola ecologica di via Amendola e sarà attivo per tre giorni a settimana.

L’Ecoscambio, progetto di eccellenza follonichese che ha attirato l’interesse anche della Tv nazionale, è una sorta di baratto gratuito che interviene su materiali ancora in buone condizioni, non rifiuti, incentivandone il riuso. Ed è con questo meccanismo virtuoso che si contribuisce a diminuire la produzione di rifiuti, riducendo lo smaltimento finale.

Grazie alla tessera gratuita distribuita a tutti gli utenti di Ecoscambio, i cittadini potranno conferire oggetti dei quali vogliono disfarsi, seppur in buone condizioni. Sulla loro tessera personale verrà così accumulato un punteggio in base alla tipologia degli oggetti conferiti, al loro peso e alle loro condizioni e il punteggio potrà essere utilizzato per ritirare da Ecoscambio altro materiale che il cittadino riterrà utile.

“L’Ecoscambio incentiva il riuso – dice l’assessore all’ambiente Mirjam Giorgieri – per educare noi cittadini a non buttare cose ancora utili per altre famiglie e per diminuire lo smaltimento dei rifiuti contribuendo alla ottimizzazione dei costi per il ciclo dei rifiuti. Perché un oggetto che qualcuno scarta, sia anche il gioco di un bambino, potrebbe essere ancora utilizzato da altri . La finalità educativa di questo progetto è di fondamentale importanza: troppi oggetti entrano nel ciclo dei rifiuti seppur ancora utilizzabili producendo uno spreco non più accettabile. Per questo accanto ai locali adibiti a magazzino sarà riattivata a breve anche l’aula didattica ed Ecoscambio sarà motore e punto di riferimento per iniziative che nel corso dell’anno coinvolgeranno bambini e adulti follonichesi a partire dalla Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti che si svolgerà a fine novembre».

«Ecoscambio – aggiunge l’assessore – è inoltre diventato in questi anni un punto di riferimento sia per le famiglie che hanno oggetti da conferire e mettere a disposizione della collettività sia per chi, associazioni e cittadini, vive una situazione di difficoltà che grazie a questo servizio viene in parte alleviata.

«L’amministrazione follonichese punta su Ecoscambio – conclude l’assessore -, che rientra appieno nella politica di diminuzione dei rifiuti, e siamo certi che sarà molto utilizzato non solo dalle fasce più deboli della popolazione. Naturalmente è gratuito e tutti possono conferire liberamente, basta che gli oggetti siano in buone condizioni”.

Tante le cose da portarci: si va dai mobili all’oggettistica, dalle finestre alle porte, dai piatti e bicchieri alle cose necessarie ai più piccoli, come seggioloni, fasciatoi, ovetti, giochi.

I cittadini potranno conferire il materiale, da martedì 3 novembre 2015, nei seguenti giorni: martedì ore 14.00 -17.00; giovedì ore 9.00 -12.00; sabato ore 8.00 – 12.30.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.