Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Forza Italia boccia la Regione sui canoni demaniali. «Sarà una vera mazzata»

GROSSETO –  «Questa volta nessuno potrà dare la responsabilità a una direttiva europea, la famigerata Bolkestein». Così il coordinatore provinciale di Forza Italia Sandro Marrini che interviene sulle novità previste per i canoni demaniali.

«Stavolta l’attentato all’attività degli imprenditori balneari toscani – maremmani compresi, naturalmente, uno dei motori trainanti dell’economia locale – arriva direttamente dal governo della nostra Regione: sì, perché è proprio il bilancio di previsione 2016 appena redatto dalla giunta regionale guidata dal governatore Pd Enrico Rossi a contenere una misura che si annuncia come un’autentica mazzata per chi ha in concessione demaniale una porzione di litorale per esercitare la propria attività imprenditoriale, ossia un aumento dei canoni che (a seconda dei casi) si aggira tra il 75% e il 400%».

«Un salasso ingiustificabile per un comparto, quello turistico, che da sempre è cruciale per la nostra terra e che tanto ha sofferto la crisi nelle ultime stagioni: solo nell’estate appena trascorsa si è registrata finalmente l’attesa inversione di tendenza ed ecco che il centrosinistra che governa la Regione, anziché agevolare la ripresa, pensa bene di accanirsi contro una categoria che da troppo tempo soffre per l’incertezza sul futuro dei propri investimenti sul litorale. Adesso, insomma, anche la Regione Toscana mette i bastoni tra le ruote ai balneari con una misura assurda che dovrebbe entrare in vigore l’anno prossimo. Come se non bastasse già l’enorme carico di imposte che grava sugli imprenditori, dall’Iva alla Tari. I massimi esponenti regionali di Forza Italia – compreso il vicepresidente del consiglio regionale, Marco Stella – sono pronti a mobilitarsi e hanno già rivolto un appello al governatore Enrico Rossi affinché ritiri il provvedimento, e noi vogliamo fare la nostra parte: anche in Maremma occorre un atto di forza da parte di chi amministra il territorio, come ha fatto il sindaco di Pietrasanta, Massimo Mallegni, vicecoordinatore regionale di Forza Italia. I sindaci dei Comuni costieri maremmani governati dal centrosinistra  – da Follonica a Castiglione della Pescaia, da Grosseto a Orbetello – abbiano il coraggio di prendere posizione contro il governatore Rossi, proprio come sono pronti a fare i loro colleghi di centrodestra: per una volta mettano da parte le ragioni di partito e pensino al futuro di centinaia di famiglie e di migliaia di posti di lavoro, messi a rischio da un provvedimento che mina un settore economico imprescindibile per l’economia del nostro territorio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.