Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Patto per il futuro”, a Orbetello il centrodestra si presenta per vincere fotogallery

ORBETELLO – Grande entusiasmo, questa mattina al centro dei pescatori ad Orbetello, per la presentazione di “Patto per il Futuro”, la formazione civica che riprenderà le orme della vecchia lista di Oltre il Polo e che si presenterà alle prossime amministrative lagunari rappresentata da membri della società civile e formazioni politiche di centro destra.

Un appuntamento annunciato da tempo al quale hanno partecipato i consiglieri di minoranza orbetellani, con in primis Andrea Casamenti che ha poi chiuso i lavori rendendosi disponibile a tutti coloro vorranno essere parte attiva del progetto, oltre ai rappresentanti di Lega Nord, Fratelli d’Italia e società civile. Una presentazione ben articolata, fatta in partenza dalla consigliera Chiara Piccini che ha introdotto le velleità di “Patto per il Futuro”, che «scenderà tra i cittadini per ascoltare le loro necessità ed il loro bisogno di essere amministrati in modo concreto, in maniera particolare dopo i disastri di questi ultimi cinque anni riguardo ai quali sarebbe veramente difficile fare di peggio».

Un tono sia propositivo che polemico che è stato ripercorso in maniera puntuale dai tre sindaci ospiti per l’occasione che, a turno ed insieme al consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Giovanni Donzelli, hanno punzecchiato la sinistra che notoriamente amministra il Comune di Orbetello. Ha cominciato il sindaco di Isola del Giglio, Sergio Ortelli, che ha fatto riferimento a vare questioni mal affrontate dalla sinistra, quali gestione dei rifiuti, immigrazione e soprattutto la scuola, rinfocolando le polemiche e le necessità evidenziate negli ultimi giorni.

Ha poi continuato Diego Cinelli, primo cittadino di Magliano, spronando i neo candidati a scendere in mezzo alla gente per parlare e per portare la vicinanza ai loro problemi, citando anche lui le incongruenze riguardanti la gestioni dei rifiuti del suo territorio, evidentemente causata da “volontà di sinistra”. Ha concluso, secondo il suo inconfondibile stile, il sindaco di Monte Argentario, Arturo Cerulli, il quale augurandosi un cambio di guida che porterebbe giovamento anche al suo Comune ha invitato il team di Patto per il Futuro a darsi da fare perché «altri cinque anni di opposizione sarebbero duri – ha chiosato sorridendo – specialmente se trovate un sindaco come me che, all’Argentario, l’opposizione la tratto veramente male».

I lavori sono stati chiusi da una conferenza nella conferenza da parte di Fratelli d’Italia, presenti i delegati di ogni ordine e grado, Luca Minucci, Fabrizio Rossi e Giovanni Donzelli con quest’ultimo che, dopo aver fatto gli auguri al proprio candidato per l’adesione al progetto, non si è astenuto dal suo contributo polemico all’indirizzo della sinistra: «Questa mattina alla visita della peschiera – ha detto lui – mi sembravano tutti più interessati ai tavolo del pranzo al ristorante che ai problemi della Laguna».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.