Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nella guida ai migliori vini d’Italia 6 sono maremmani. Gavorrano protagonista con 3 bottiglie

Più informazioni su

SIENA – È stata Siena, capoluogo d’un territorio ricco di storiche denominazioni, a ospitare la presentazione della Guida Oro I Vini di Veronelli 2016. il volume che racchiude i migliori vini italiani. Protagonista assoluta la Toscana, con 100 vini premiati. Tra questi anche sei vini maremmani, tre del territorio di Gavorrano, due di Capalbio e uno di Grosseto.

I vini maremmani che hanno ottenuto le tre stelle sono i due vini Maremma Toscana Merlot Baffonero 2013 e Maremma Toscana Rocca di Frassinello 2013 entrambi dell’azienda Rocca di Frassinello nel comune di Gavorrano. Monteverro Tinata Toscana Rosso 2012 e Monteverro Toscana Rosso 2012 sono invece di Capalbio. Saffredi Maremma Toscana Rosso 2012 dell’azienda Le Pupille di Grosseto e infine il Sustinet Toscana 2012 dei Conti di san Bonifaco ancora di Gavorrano

Edita dal Seminario Permanente Luigi Veronelli, la Guida Oro I Vini di Veronelli 2016, pietra miliare della cultura gastronomica, sarà disponibile nelle librerie di tutta Italia a partire da giovedì 22 ottobre.

Nel corso della presentazione sono state illustrate le novità dell’edizione 2016 compresi i nomi dei dieci Sole 2016, vini che la Redazione ha inteso portare all’attenzione dei lettori per originalità e valore.

«Per l’edizione numero XXVIII, con l’obiettivo di rendere ancora più preziosi e significativi i riconoscimenti, abbiamo innalzato a 94/100 il punteggio minimo richiesto per l’assegnazione delle Super Tre Stelle e abbiamo dimezzato il numero dei Sole, “premi speciali” della nostra Guida. I dieci Sole 2016, comunicati durante la presentazione di Siena, sono stati assegnati a vini straordinari che non per forza hanno conseguito un punteggio elevato in degustazione: sono, piuttosto, testimonianze esemplari dell’intelligenza, della creatività e della dedizione che i vignaioli italiani pongono quotidianamente nel proprio lavoro.» ha dichiarato il direttore del Seminario Veronelli, Andrea Bonini.

Per la prima volta, inoltre, sono stati premiati i Migliori Assaggi, cinque vini che – uno per tipologia – hanno ottenuto in assoluto il giudizio più elevato tra gli oltre 15 mila presenti in questa edizione.

Per la tipologia vini spumanti, Miglior Assaggio 2016 è il Franciacorta Riserva Cuvée Annamaria Clementi 2006 di Ca’ del Bosco (Erbusco, Brescia), tra i vini bianchi il riconoscimento va, invece, all’Alto Adige Terlaner I Grande Cuvée 2012 della Cantina Terlano (Terlano, Bolzano), mentre il Memorie Sicilia Rosato 2010 dell’azienda Fondo Antico (Trapani) è il migliore tra i vini rosati. Per la tipologia dei vini rossi il premio va al Solaia Toscana 2012 dei Marchesi Antinori (Firenze), infine nella tipologia vini dolci o da meditazione Miglior Assaggio 2016 è il Marsala Superiore Riserva Semisecco Aegusa 1964 di Florio (Marsala, Trapani).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.