Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Un monumento di luci: ecco come sarà la Torre dell’orologio una volta finita

ORBETELLO – Torre dell’orologio, croce e delizia degli abitanti di Orbetello. E’ bastata una foto, postata poche sere fa sui social dagli amministratori pubblici, per far capire quanto i cittadini lagunari aspettano di veder sparire quel cantiere con transenne e ponteggi e riavere la visuale completa di un monumento storico della loro città. E per di più, pare che in futuro, dovrebbe essere anche illuminato con un sistema di luci la cui idea già piace sia a simpatizzanti della destra che a quelli della sinistra.

Il sentimento degli orbetellani è apparso chiaro, infatti, quando il sindaco Monica Paffetti e l’assessore ai lavori pubblici, Mario Chiavetta, hanno postato in contemporanea una immagine montata al computer e in cui appare la torre dell’orologio secondo il nuovo progetto di illuminazione commissionato dagli amministratori lagunari: una foto in realtà affascinante che non ha mancato di scatenare gli entusiasmi, con molti cittadini che hanno commentato sui social.

Un epilogo finale, dunque, di una rocambolesca vicenda durata quasi un decennio e costellata di proroghe e rinvii, fallimenti e nuovi atti, che potrebbe davvero concludersi a breve termine: «L’apparato dei lavori pubblici orbetellano si sta impegnando da tempo in maniera importante per portare a termine questa annosa questione – spiega l’assessore Mario Chiavetta – e spero proprio che in tempi brevi i cittadini di Orbetello possano riavere indietro una visuale ed un colpo d’occhio del centro storico a cui tengono evidentemente in maniera particolare».

«Dall’inizio del mio mandato mi sono impegnato particolarmente su questo progetto e spero proprio che l’apposizione finale dell’impianto di illuminazione sia un suggello particolare che Orbetello merita di avere. Ma non finirà qui – conclude il membro dei Moderati – perché ci stiamo interessando per spostare la lapide sul palazzo comunale e sostituirla con una in bronzo sulla facciata del palazzo del governatore dove verranno sistemate anche le statue e l’arco».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.